NewsRinnovabiliEolicoStakeholder energiaAnev

15 GIUGNO: GIORNATA MONDIALE DEL VENTO 2012

    CONVEGNI A ROMA PRESSO IL GSE

    Presidente Togni: “Mai come in questo momento si ravvisa la necessità di aprire un dibattito tra gli operatori del settore eolico e le istituzioni. Si auspica che il Governo intervenga sui Decreti

    A tre giorni dalla Giornata Mondiale del Vento ANEV organizza a Roma due convegni presso l’Auditorium del GSE nell’arco della giornata del 12 giugno, in attesa di proseguire con i festeggiamenti, decennale dell’associazione compreso, a Policoro (MT).

    Il convegno della mattina dal titolo “Il quadro normativo che regola l’Eolico in Italia. Il Decreto Ministeriale Rinnovabili” ha come scopo quello di mettere in luce l’attuale quadro politico – istituzionale relativo al settore eolico, in attesa da quasi un anno del Decreto Ministeriale che deve regolarlo. È prevista la presenza di attori istituzionali e di rappresentanti delle aziende associate all’ANEV che avranno un confronto diretto sulla recente normativa.

    Mai come in questo momento si ravvisa la necessità di aprire un dibattito tra gli operatori del settore eolico, fortemente coesi su un unico fronte da ormai 10 anni, e le istituzioni che hanno il compito di recepire la Direttiva comunitaria sulle Rinnovabili” ha commentato Simone Togni, Presidente dell’ANEV “Si auspica che il Governo, specie a seguito delle recenti osservazioni negative provenienti da Bruxelles sul contenuto dei Decreti, intervenga smussandone le criticità, con particolare attenzione al sistema delle aste e al breve periodo transitorio previsto.”

    Nel pomeriggio verrà invece presentato il “Protocollo di Monitoraggio dell’Osservatorio Nazionale su Eolico e Fauna”, nel quale verranno presentati i risultati di un Osservatorio, realizzato in collaborazione con ISPRA e Legambiente, mirato ad ampliare le conoscenze scientifiche sul tema del rapporto tra produzione di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    da fonte eolica e popolazioni ornitiche e di chirotterofauna, con l’obiettivo di rafforzare la tutela ambientale e al tempo stesso promuovere uno sviluppo di impianti eolici sul territorio italiano che sia attento alla conservazione della biodiversità. Tra i risultati è stato elaborato un Protocollo di Monitoraggio che si propone di indicare una metodologia scientifica da poter utilizzare sul territorio italiano sia per il monitoraggio degli eventuali impatti dell’eolico sull’avifauna che per la realizzazione di interventi tesi a mitigare e/o compensare tali tipologie di impatti. Parteciperanno esponenti dell’ISPRA, di Legambiente e delle aziende Associate ANEV.

    La Giornata Mondiale del Vento continuerà a Policoro, in Basilicata dove proseguiranno i convegni, le attività degli organi associativi, attività ludico sportive (kitesurf, barca a vela), per concludersi con la cerimonia di premiazione dei giornalisti vincitori del Premio giornalistico ANEV “EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    del Vento 2012”.

    Fonte: ANEV

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button