Capodanno ed intimo rosso, perché questa tradizione?

L’intimo rosso è il must have che ogni persona a Capodanno deve avere. Una tradizione che si ripete ogni anno, ma perché il rosso porta bene durante i festeggiamenti del nuovo anno?

Accessori rossi (Pixabay)
Accessori rossi (Pixabay)

Il rosso è il colore dell’amore, della passione, della creatività e del Capodanno. La tradizione lo vuole in bella vista soprattutto in questo periodo festivo, perché associato alla fortuna, con la speranza di accogliere il nuovo anno. Ed ora che l’anno sta volgendo al termine, ci prepariamo a dare il benvenuto al 2022, sperando sia un anno migliore rispetto ai precedenti. In questo periodo di festività si accumulano nei negozi prodotti di colore rosso, in particolar modo intimo rosso di ogni tipo, per accontentare la richiesta dei clienti. Secondo la tradizione ad essere rosso dev’essere la biancheria intima da indossare la notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio.

Ti potrebbe interessare anche -> “Secondo le profezie di Nostradamus cosa accadrà nel 2022?”

La tradizione di Capodanno, intimo rosso e buona fortuna

Intimo rosso (Pixabay)
Intimo rosso (Pixabay)

Capodanno 2022 si avvicina ed è quindi il momento di tirare fuori dal cassetto l’intimo rosso. La tradizione vuole che reggiseno e mutandine rosse assicurino la buona sorte per l’anno che verrà: l’usanza ha origini antichissime che risalgono all’antica Cina e all’impero romano. Una sorta di simbolo portafortuna, i capi rossi da indossare la notte del 31 dicembre devono essere rigorosamente un regalo, quindi sono nuovi e vanno indossati solo per l’ultima notte dell’anno.

In Cina è usanza, durante i festeggiamenti di Capodanno, perché scaccia gli spiriti maligni prima del nuovo anno. Nella tradizione popolare, infatti, il rosso allontanava il Nìan, una bestia predatrice. Anche nel Medioevo il rosso aveva la funzione di “protezione”; si credeva potesse scacciare le streghe e allontanare la malasorte. Nell’Impero romano, invece, era un colore associato al potere, alla salute e fertilità. Queste tradizioni poi si sono tramandate fino a noi.

Ti potrebbe interessare anche -> “Perché si regala la Stella di Natale? L’origine della leggenda”

La tradizione è poi cambiata nel corso degli anni, oggi l’intimo rosso a Capodanno ha delle regole precise. Slip e mutande, sia maschili che femminili, devono essere indossate al contrario, quindi con le cuciture all’esterno, il 31 dicembre. Il giorno dopo vanno poi rimesse con il verso giusto. Una simbologia per far andare il nuovo anno “nel verso giusto”.

Ti potrebbe interessare anche -> “Piante e fiori in condominio, cosa si può e cosa non si può fare secondo la legge”

Ma non finisce così. Il giorno dopo le mutandine devono essere gettate via e non essere indossate mai più, insieme a tutte le cose vecchie. Il significato è: “via il vecchio, avanti il nuovo”. Un colore decisamente pieno di simbolismi. Che sia vero o meno l’uso della biancheria rossa in occasione dei festeggiamenti di Capodanno, tale usanza mette allegria e lascia pensare che il nuovo anno sia migliore di quello passato.