La Vitamina D bassa provoca un disturbo molto serio. Lo conferma una ricerca scientifica

La vitamina D è tra le componenti più importanti per il nostro organismo. Se ne sei carente, è doveroso che tu corra subito ai ripari. 

Carenza vitamina D
donna prende il sole – Pixabay

La vitamina D è – come anticipato – una delle componenti principali del nostro organismo. Si trova poco negli alimenti, fanno eccezione yogurt e burro, ma tanto nei raggi solari. E’ importante quindi prendersi il sole e concedersi quotidianamente delle sessioni di calore. Questo potrebbe spiegare – ma è una mera deduzione – perché in estate ci si sente più carichi e al contrario essere debilitati nelle giornate uggiose. Per vitamina D si intende un gruppo di secosteroidi liposolubili necessario a numerose funzioni biologiche, prima fra tutte l’omeostasi e metabolismo del calcio e del fosfato, promuovendo la crescita fisiologica dello scheletro, il rimodellamento osseo e prevenendo la degenerazione con l’età avanzata.

Il sole assolve ad una funzione importante per il nostro organismo e sarà ancora più prezioso dopo aver scoperto l’esito della ricerca scientifica che ha portato a dei risultati sconvolgenti circa la carenza di vitamina D nel nostro corpo, effetti irreversibili.

Carenza di vitamina D, il disturbo serio che ha sconvolto la comunità scientifica

schizofrenia effetti collaterali carenza vitaminica
schizofrenia effetti collaterali – Pixabay

TI POTREBBE INTERESSAREA ANCHE -> La dieta della vitamina D: effetti sorprendenti in poco tempo. Nessuna privazione e tanto gusto

Dicevamo, una scoperta sensazionale quella compiuta da un team di esperti dell’Università della Danimarca in concerto all’ateneo del Queensland, ossia in Australia. Un’analisi compiuta su un campione di 2600 soggetti affetti da schizofrenia, maturata in età adulta, nati in un periodo esteso ad un ventennio tra il 1981 ed il 2000 ed i punti di analogia sono stati sorprendenti.

Dati che hanno consentito agli esperti di trarre le conclusioni di questo quesito. Dallo studio dei soggetti affetti da tale patologia è emerso che il 44% di questi presentassero una carenza di vitamina D. Da qui l’esigenza degli scienziati nel capire se pertanto questa patologia possa essere contenuta e quindi prevenirne l’insorgenza.

Un altro indizio che ha corroborato quanto sostenuto dagli esperti, è che i soggetti carenti di vitamina D provenivano dai paesi situati al nord dove la presenza di sole è meno frequente rispetto al sud, soprattutto per quanto riguardano le stagioni invernali. Un’esigenza quindi che ha fatto ipotizzare se sia il caso di inventare ab origine, ossia con delle integrazioni di vitamina D alle donne in stato di gravidanza per sopperire a questo deficit. 

TI POTREBBE INTERESSAREA ANCHE -> Vitamina D, importante per chi? Come assumerla in modo naturale

Sicuramente uno studio molto importante capace di aprire la strada alla ricerca e al perfezionamento della stessa, che sia un’occasione per tentare di arginare la schizofrenia considerata oggi – almeno secondo le statistiche americane – come una delle forme più diffuse di disabilità.