Tarassaco: usi, benefici per la salute e ricette. L’erba spontanea che piace a tutti

Il tarassaco è una pianta dagli straordinari benefici per il nostro corpo. Scopriamo come utilizzarlo al meglio.

tarassaco fiore giallo utilizzo
Tarassaco – Foto da Pinterest

E’ un’erba spontanea di cui non si spesse sente parlare se non negli ingredienti di qualche tisana digestiva e detox. Sono infatti i suoi notevoli benefici ad aver reso il tarassaco famoso ed unico nel suo genere.

Chiamato anche “dente di leone”, questa pianta caratterizzata da bellissimi fiori gialli si rivela utile in diverse occasioni grazie alle sue molteplici proprietà.

C’è chi per sfruttare le sue proprietà benefiche ne fa un infuso, ma il tarassaco può essere assunto in tantissimi modi diversi. Vediamo allora quali sono i suoi benefici e come cucinarlo per trarne beneficio.

I benefici del tarassaco

tisana tarassaco proprietà
Tisana al tarassaco – Foto da Pinterest

Il tarassaco è una pianta ricca di importanti nutrienti, come ad esempio la vitamina B6 e B9, oltre la più nota vitamina C. Grazie alla presenza di queste vitamine, l’assunzione di tarassaco permette di rafforzare il nostro sistema immunitario, riducendo inoltre il rischio di alcune forme tumorali e malattie cardiovascolari.

E’ anche ricco di polifenoli, come i flavonoidi, dei potenti antiossidanti che si rivelano un ottimo alleato contro la formazione di radicali liberi, una delle principali cause dei tumori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Ginepro: tutto quello che c’è da sapere sulla pianta dalle numerose virtù terapeutiche

Sono note poi le sue proprietà diuretiche e detox, motivo per cui il tarassaco è sempre tra i principali ingredienti di diverse tisane detox e drenanti.

Si mostra molto utile anche come digestivo. Bere una tisana con le foglie di questa pianta dopo pranzo permette infatti di digerire con maggiore facilità un lauto pranzo, evitando così di sentire la classica pesantezza di stomaco e gonfiore.

Ricette per mangiare il tarassaco

risotto tarassaco ricette
Risotto al tarassaco – Foto da Pinterest

Se proprio le tisane non vi aggradano, vi piacerà sapere che il tarassaco può anche essere cucinato. Ci sono infatti tantissime ricette per cucinare al meglio questa straordinaria pianta.

Tutte le parti di questa pianta possono essere cucinate, ma è bene sapere che il sapore sarà un po’ amarognolo, ricordando un po’ quello della cicoria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Funghi medicinali: cosa sono e come devono essere assunti. La natura ci viene in soccorso

Potete, ad esempio, prendere le foglie più giovani della pianta e saltarle in padella con uno spicchio d’aglio. Se invece volete un’alternativa più dietetica potreste cuocere le foglie al vapore o lessandole.

Un’altra ricetta carina consiste nel frullare del la pianta insieme a dei fagioli, spalmando successivamente il composto ottenuto su dei crostini.

Ci sono molti, invece, che preparano la frittata di tarassaco. Bastano 3-4 uova, un po’ di fiori e foglie della pianta, mozzarella e parmigiano e la frittata acquisirà subito un mix di amaro e salato del formaggio.