Squali in Italia, la situazione è fuori controllo: le zone degli avvistamenti

È allarme in Italia per gli squali, queste creature marine immense e spaventose stanno invadendo i mari. 

Squalo
Squalo-foto pixabay jimmidominicio

Gli squali si stanno avvicinando alla riva e la colpa è dell’innalzamento delle temperature. Dopo l’invasione delle meduse anche quella degli squali ore. Gli incontri con i predatori marini più temuti del mondo stanno aumentando drasticamente in ogni parte del globo. E non solo più nelle località in cui si era abituati. Adesso anche nel Mar Mediterraneo, nelle acque italiane gli squali stanno arrivando.

Gli avvistamenti aumentano anche se di incidenti al momento non se ne sono verificati fortunatamente. Tuttavia bisogna tenere sotto controllo la situazione. Si pensa che ciò che abbia spinto queste creature ad avvicinarsi alla costa siano le temperature dei mari che sono aumentate di molto. Questo è solo il riflesso di un problema molto più ampio che caratterizza la terra, ossia il riscaldamento globale.

Gli squali arrivano vicino alla costa, cosa fare?

Squali
Squali-foto pixabay shchaferle

Gli squali si stanno avvicinando alla costa e cosa sta preoccupando tutti. Il motivo è la temperatura dell’acqua dei mari che è aumentata drasticamente. A maggio uno squalo è finito nella rete di alcuni pescatori al lago di Lido Granchio Rosso a Brindisi. L’animali è stato rilasciato e gli uomini hanno ripreso tutto. Sempre a maggio un uomo aveva raccontato di un incontro con uno squalo toro nelle acque di Castellaneta Marina in provincia di Taranto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Scimmia afferra per i capelli una bambina: sono attimi di terrore

A luglio anche sono stati segnalati incontri con gli squali in diverse zone d’Italia. L’ultimo episodio risale al 24 luglio quando sul fondale dell’Isola d’Elba sono stati trovati morti alcuni esemplari di squali gattopardo. A Savona poi sono stati avvistati gli squali verdesca e anche a Brindisi, Lecce, Chieti e Genova dove è stato fotografato un piccolo esemplare di squalo mako.

In tutto il mondo si sta parlando di summer shark, un’estate di squali. Quello che accade anche nelle spiagge americane è davvero incredibile. Gli attacchi degli squali aumentano e i predatori si avvicinano sempre più alla riva dove i bagnanti si godono l’acqua per rinfrescarsi dal caldo anomalo. Bisogna fare molta attenzione di questi tempi a spingersi al largo, anche qualche metro oltre la riva potrebbe essere rischioso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Animali, perché diventano cannibali? Questa è davvero inaspettata

Gli squali hanno una sorta di sensori sul muso in grado di rilevare i movimenti nell’acqua delle loro prede, quindi il consiglio è di rimanere immobili aspettando il momento giusto di nuotare via appena l’animale si distrae. Noi non siamo affatto il loro cibo preferito, anzi di solito attaccano perché invadiamo il loro territorio. Tuttavia il rischio si essere aggrediti c’è e non è poco. È meglio sempre andare a largo in compagnia che soli.