Uccelli, come stanno affrontando il cambiamento climatico

Alcuni uccelli dell’America del Nord potrebbero non adattarsi al cambiamento climatico.

Uccello
Uccello-foto pixabay lukasbieri

Ci sono alcune specie di uccelli che provengono dall’America del Nord che potrebbero non riuscire ad adattarsi alle nuove condizioni causate dal cambiamento climatico. Gli animali potrebbero rimanere legati ai loro vecchi habitat che però oramai non sono più adatti a loro. Questo potrebbe causare la loro estinzione?

Uno dei fenomeni più chiari causati dal riscaldamento globale è indubbiamente la migrazione di massa di molte specie, sia di mare che di terra. Abbandonano il loro habitat in cerca di condizioni climatiche più favorevoli. Gli animali marini nuotano quindi verso i poli e le specie di montana si spostano ad altitudini maggiore. Ma non tutti gli animali sono in grado di fronteggiare questo cambio di habitat.

Cos’è il disaccoppiamento climatico

Uccelli
Uccelli-foto pixabay bertvthul

Alcuni animali con il cambiamento climatico non sono in grado di adattarsi a nuovi habitat. Il fenomeno si chiama disaccoppiamento climatico, può colpire piante e animali a tutte le latitudini. Uno studio che ha esaminato circa 114 specie di uccelli che vivono tra gli Stati Uniti e il Canada, ha rivelato che 30 di queste hanno visto la distruzione della loro situazione climatica ideale e non sono ancora riuscite a trovare una casa ideale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Moscerini, puoi mandarli via dalle piante con un trucco super economico

Uno di questi esemplari è il ammodramus savannarum che vive nelle praterie americane e tanto tempo fa era molto diffuso in tutto il paese. Oggi però che le prateria stanno scomparendo, il passero soffre molto. Ormai è ritenuta una specie a rischio di estinzione. In realtà non tutte le specie di uccelli sono colpite allo stesso modo dal disaccoppiamento climatico, ognuna ha una storia diversa.

Ma ci sono però delle regole generali che possono essere individuate. Ad esempio, questo fenomeno colpisce sopratutto le specie specialiste che necessitano di un ambiente particolare per poter sopravvivere. I motivi per cui alcune specie non riescono a rinunciare al loro habitat è che hanno bisogno di alcune risorse nello specifico che sono presenti nel loro habitat soltanto. Pertanto anche se il clima peggiorano non possono andare via.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Animali, domestici è reato averli in casa: queste le sanzioni che si rischiano

Altre specie non hanno la forza di andare via per diversi motivi, paura di andare verso luoghi sconosciuti, oppure si trovano in uno stato di sofferenza come l’inquinamento. In particolare il disaccoppiamento climatico è pronunciato nelle specie che sono già considerate a rischio d’estinzione. Pertanto hanno bisogno di tutta la protezione possibile e non si può costringerle a cambiare casa per forza.