Datteri di mare, non sono cozze e non vanno raccolti: ti spieghiamo perché

Non bisogna mai raccogliere i datteri di mare, non sono come le cozze. È una specie marina protetta. 

Datteri di mare
Datteri di mare-foto instagram @fefe470

I datteri di mare sono molluschi considerati tra i frutti di mare più pregiati. Tuttavia sono una specie marina protetta della legge. Pertanto è vietato pescare i datteri di mare perché causerebbe un danno ambientale con conseguenze sull’intero ecosistema marino.

I datteri di mare vengono spesso confusi con le cozze, il motivo è che sono molto simili, differiscono solamente nel colore e nelle dimensioni. Rispetto alle cozze hanno un guscio più lungo e hanno un colore più marroncino.

Cosa sono i datteri di mare

Profondità marina
Profondità marina-foto instagram @amppuntacampanella

I datteri di mare o detti anche Lithophaga lithophaga nel loro nome scientifico che significa letteralmente mangiatori di pietra, perché vivono attaccati agli scogli o alle rocce in acqua, sono una sorta di cozze. Hanno una crescita lenta e impiegano dai 15 ai 35 anni per raggiungere i 5 cm di lunghezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Pannelli solari, troppa luce fa male? La verità sul malfunzionamento

La loro vita è lunga, possono infatti vivere fino ai 35 anni e si nutrono di plancton, alghe e detriti biologici che reperiscono in mare. Fonti internazionali come la Convenzione di Berna e di Barcellona e la legge italiana hanno vietato la pesca di questi molluschi. Il motivo per cui non si possono pescare è che raccogliendoli si distrugge il loro habitat, quindi le rocce in cui vivono, causando quindi la distruzione di un intero ecosistema.

Per altro i datteri di mare quando si attaccano alla roccia scavano un tunnel grazie alla sostanza acida che producono. Sono quindi incastonati, perciò tirarli via causerebbe di gran lunga un danno. Le conseguenze per chi le cattura sono fino a sei anni di reclusione, la confisca di veicoli e natanti e anche il pagamento delle spese processuali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Durrina del sorgo, ha ucciso diverse mucche: cos’è e come si cura

Tra l’inquinamento e la pesca intensiva i nostri ecosistemi marini stanno già soffrendo molto, perciò è importante mettere dei paletti in modo da tutelare l’ambiente marino che è l’habitat naturale di moltissimi animali.