Pannelli fotovoltaici a filo d’acqua: parte la sperimentazione

In America è partita la sperimentazione dei pannelli fotovoltaici a filo d’acqua che proteggono i canali.

Pannelli solari
Pannelli-foto pixabay gruendercoach

Lo Stato della California sta sperimentando una nuova applicazione per i pannelli fotovoltaici che saranno posti sopra i canali d’acqua. Questa posizione strategica evita l’occupazione di terreni e protegge le risorse idriche dell’intero Paese.

Già nel 2021 si era parlato della possibilità d’installare schermate di pannelli solari sui canali e di quali sarebbero stati i vantaggi. A distanza di un anno la California ha deciso di mettere in atto quella installazione finanziando il progetto con 20 milioni di dollari.

In California parte l’installazione dei pannelli fotovoltaici a filo d’acqua

Pannelli fotovoltaici
Pannelli-foto pixabay estheruca67

A ottobre in California partirà il Project Nexus nel Turlock Irrigation District, che prevede l’installazione dei pannelli fotovoltaici a filo d’acqua. Questo progetto comprende due siti, il canale a Hickman lungo 500 piedi a est di Modesto e anche un canale di un miglio a Cerere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Attività venatoria, anticipata l’apertura: si scatena l’ira degli ambientalisti

Se i risultati dell’installazione saranno positivi, allora potrebbe essere replicata anche su tutte le 4000 miglia di canali californiani. I pannelli solari collocati sulle vie idriche porterebbero ad una produzione di 13 gigawatt di energia rinnovabile, oltre che ad un abbattimento dei costi di manutenzione delle vie idriche e delle perdite di acqua causate dall’evaporazione.

Il progetto nello specifico, prevede l’installazione di tettoie di pannelli solari su alcune sezioni dei canali d’irrigazione del Turlock Irrigation District. Questa sperimentazione darà l’opportunità di vedere se i pannelli solari riducono in qualche modo l’evaporazione dell’acqua che è causata dall’ombra di mezzogiorno e dal vento.

Lo scopo del progetto è quindi quello di abbattere i costi di manutenzione dei canali e capire se c’è un miglioramento nella qualità dell’acqua, oltre che a generare elettricità. Il motivo per cui è nato il progetto è che la maggior parte della pioggia e neve in California cade a nord di Sacramento durante l’inverno e l’80% del suo consumo idrico si verifica al sud.

Per questo i canali passano attraverso tutto lo stato, si tratta del sistema più grande al mondo di questo tipo. La necessità di realizzare un nuovo impianto è nata dalla stima che circa l’1-2% dell’acqua trasportata viene persa a causa dell’evaporazione innescata dal caldo. Perciò, coprendo tutti i canali della California con i pannelli solari, questo consentirebbe di risparmiare più di 65 miliardi di galloni d’acqua all’anno.

Questa cifra è abbastanza per irrigare 50.000 acri di terreno agricolo o soddisfare anche il fabbisogno idrico residenziale di oltre 2 milioni di persone. Costruendo quindi le installazioni solari su un terreno già utilizzato, questo consentirebbe alla California di raggiungere gli obiettivi di gestione sostenibile per l’acqua e anche per le risorse del suolo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Reti cattura nebbia, grazie all’acqua condensata si possono irrigare i campi

Il fotovoltaico dunque può essere inserito in altri contesti al di fuori di un tetto di una casa o di una fabbrica, regalando anche vantaggi imprevisti. Per la California si tratta della prima installazione di questo genere.