Terrario, che cos’è e come costruirlo in casa tua con pochi step

Sapete cos’è un terrario? Oggi scopriremo insieme di cosa si tratta, osservando inoltre come costruirlo in pochi passi.

terrario vetro realizzazione
Terrario in vetro aperto – Foto da Pexels

PER TUTTI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU INSTAGRAM

Avete mai visto quei vasi di vetro con all’interno piccole piante? Si tratta di terrari, delle piccole opere d’arte green perfette come elementi d’arredo per l’interno di casa.

Generalmente al loro interno si possono inserire diverse varietà di piante insieme ad elementi di vario genere come pietre o sabbia.

Ma come si realizzano queste piccole chicche verdi? Vediamo insieme come realizzare un terrario in pochi semplici passi. Il risultato vi lascerà a bocca aperta.

Come realizzare un terrario in pochi passi

terrario chiuso vetro
Realizzazione di un terrario chiuso – Foto da Pexels

Vediamo allora come realizzare un terrario perfetto seguendo pochi e semplici passaggi. Per prima cosa ci servirà un vaso adatto per poter inserire tutti gli elementi necessari alla creazione del nostro terrario.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Piante resistenti a tutto: la classifica completa

A questo proposito, è bene sapere che esistono due diversi tipi di terrari, quelli aperti e quelli chiusi. I terrari aperti sono indicati per piante grasse come, ad esempio i cactus.

I terrari chiusi, invece, sono dotati di un coperchio ermetico e permettono una maggiore creazione di umidità al loro interno, creando così un vero e proprio ecosistema a sé, perfetto per le piante tropicali.

Quel che proveremo a creare oggi sarà proprio un terrario chiuso, motivo per cui ci servirà un vaso di vetro dotato di coperchio in vetro. Basterà anche un piccolo contenitore di vetro generalmente venduto come articolo da cucina.

Inseriamo sul fondo del vaso del lapillo vulcanico, materiale essenziale per garantire il corretto drenaggio dell’acqua. Aggiungiamo poi del carbone attivo così da evitare che si generino batteri all’interno del terrario.

Ora toccherà al terriccio. Se non avete ancora idea del tipo di piante che intendete inserire all’interno del vaso, andrà benissimo del terriccio universale. Coprire quindi il carbone attivo con circa 6 cm di terriccio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Hemerocallis: la pianta dalla fioritura ininterrotta. Tutto sulla sua coltivazione

Adesso inserite 2-3 piantine differenti, piantandole nel terreno. Innaffiate il vostro nuovo piccolo terrario ed infine chiudete il vaso con il coperchio ermetico. Il vostro terrario è pronto per essere sfoggiato!