Novellame di pesce, non dovresti mangiarlo: a rischio interi ecosistemi marini

Non bisogna mangiare il novellame, ossia i neonati del pesce azzurro. Farlo può avere delle serie conseguenze. 

Bianchetti sardine
Bianchetti-foto instagram @la_paranza_da_marina

Pescare i neonati di pesce azzurro non è sostenibile, perché si rischia di impoverire gli stock ittici del Mediterraneo che sono già messi a dura prova dalla pesca intensiva. L’Unione Europea sta ponendo restrizioni severe, ma in Italia la pesca del novellame continua ad andare avanti grazie a deroghe al regolamento europeo.

Tuttavia per il bene dei mari sarebbe meglio smetterla di pescare novellame. Ci si riferisce ai bianchetti, cicinielli e anche gianchetti o rossetti. Sono tutti sostantivi per indicare il novellame di pesce azzurro. Si parla dei pesciolini allo stadio giovanile, non sono altro che neonati di alcune specie ittiche come le sardine, acciughe, alacce o anche alici.

Perché non bisogna pescare il novellame

Neonati sardine
Neonati pesce-foto pixabay subarasikiai

Il novellame è costituito da una miriasi di piccoli pesci. Sono davvero minuscoli e per essere pescati infatti vengono usate delle reti a maglie finissime. La pesca di questi neonati avviene in molte aree del nostro paese, dalle Marche alla Liguria e le isole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Gusci di uova bolliti, riutilizzarli così è davvero molto utile

Nonostante questi pesciolini siano molto buoni da mangiare, la pesca del novellame non è affatto una pratica sostenibile. Crea enormi danni agli stock ittici e altera l’equilibrio di una risorsa naturale che è già messa a dura prova dalla pressione antropica.

Il motivo di tutto questo è che la pesca di pesci così piccoli non permette alle specie di raggiungere l’età adulta e ne blocca quindi il ciclo riproduttivo andando di conseguenza ad impoverire i mari. Esistono già delle misure contro la pesca del novellame.

Infatti nel regolamento europeo n.1967/2006 si legge che le catture eccessive di individui sottotaglia dovrebbero essere evitate e che è necessario proteggere alcune zone in cui si riunisce il novellame, tenendo conto delle condizioni biologiche locali.

Perciò il regolamento ne vieta la pesca, la tenuta a bordo, lo sbarco e anche il trasferimento e ovviamente la vendita. Tuttavia è anche vero che nell’articolo 15 è presente una deroga per il novellame di sardine sbarcato ai fini del consumo umano. Ma a condizione che sia catturato solamente con sciabiche di natante o da spiaggia.

Nel nostro Paese la pesca del novellame viene regolata da appositi decreti ministeriali. Non è quindi illegale mangiare i bianchetti in Italia, ma è fortemente sconsigliato. Inoltre i rossetti sono molto difficili da trovare in pescheria o al ristorante e hanno prezzi molto elevati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Imperfetti ma buoni, gli ortaggi che dovresti acquistare senza pensarci su

Rinunciare a mangiare il novellame non è certo un sacrificio così enorme e farlo ci permette di preservare le risorse ittiche del Mediterraneo che altrimenti comincerebbero a scarseggiare. Perciò se avete a cuore le sorti dell’ambiente marino, evitate di consumarli.