Candeggina, in questi casi NON devi mai USARLA: il motivo

La candeggina è un prodotto molto potente che se non viene usato nel modo giusto rischia di fare molti danni. 

Candeggina macchie
Candeggina-foto pinterest mammastobene

La candeggina viene usata molto per sbiancare i capi e anche per la pulizia delle superfici di casa. In alcuni casi però non andrebbe proprio usata. Ci sono alcune modalità d’utilizzo che compromettono i benefici della candeggina facendola diventare qualcosa di contrario al trattamento per capi o superfici.

Se si abusa di ogni prodotto non è mai una buona idea, ma a maggior ragione se si tratta della candeggina che è altamente corrosiva e usurante. Bisogna stare molto attenti quando si maneggiano detersivi così potenti e pericolosi.

Quando non bisogna usare la candeggina

Detersivi candeggina pericolo
Candeggina-foto pinterest LEITV

La candeggina viene usata per sbiancare e smacchiare il bucato. Tuttavia se si usa una quantità maggiore, il rischio è di portare effetti negativi sui capi. Con il tempo i capi di bucato si usureranno perché l’eccessiva quantità di candeggina influirà sulla composizione delle fibre corrodendole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Calzini bianchi sempre sporchi, non usare la candeggina: risolvi così

Per altro alcuni tessuti bianchi per la loro composizione non possono essere sbiancati. Bisogna sempre leggere l’etichetta prima dell’utilizzo. Se il tessuto risulta delicato ma non ci sono indicazioni riportate, potete effettuare un test di prova. Dovete intingere un batuffolo di cotone in una soluzione di candeggina diluita con l’acqua.

Poi bisognerà solamente tamponare all’interno del capo su una cucitura interna. Se il colorito rimane bianco allora non ci sono controindicazioni e la soluzione si può usare senza problemi. Se invece si scolorisce il bianco o perde vigore, vuol dire che che è un capo su cui non bisogna usare la candeggina.

Spesso si mescola la candeggina con altri miscugli vari dall’effetto pulente ma la commistione tra candeggina e altri detergenti può diventare pericolosa per la salute. Per esempio se la candeggina viene mescolata con l’aceto bianco, che è usato spesso per pulire, il risultato è che si crea il gas di cloro. Questo può causare irritazioni agli occhi e anche difficoltà respiratorie.

Lo stesso gas si crea mescolando candeggina e Pine-sol. Non possono mai essere mescolati insieme. Anche dalla commistione con l’ammoniaca si da vita ad un gas simile e pericoloso. Se si mescola poi la candeggina con l’ammoniaca il risultato chimico sarà la cloramina. È una sostanza gassosa che può causare dolore al petto e mancanza di respiro.

Se trattate poi superficie metalliche con la candeggina si avrà una reazione corrosiva. Specialmente le superfici di rame e acciaio inox sono soggette a questo problema. Utilizzate sempre detergenti appositi. La candeggina non va usata nemmeno nel trattamento della ruggine. Si otterrà l’effetto inverso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Detersivi biologici, sono davvero tali? La verità incredibile

La candeggina va sempre usata nelle dosi giuste e sui capi appropriati. L’uso non deve però mai essere troppo continuativo. Stare troppo a contatto con la candeggina può causare infezioni respiratorie e anche irritazioni alla pelle. Respirare sempre l’odore della candeggina fa male.