Ricaricare lo smartphone, quanto costa farlo per tutta la notte?

In questo periodo difficile di caro energia, anche caricare il telefono è un problema. Risparmiare è alla base di tutto ora. 

Tenere in carico il telefono di notte consumi
Telefono in carica-foto pinterest amzn.it

PER TUTTI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU INSTAGRAM

Stiamo vivendo un momento molto difficile e mai come ora è importante risparmiare quanta più energia possibile, per evitare di ritrovarci a fine mese con delle bollette astronomiche. Anche le vecchi abitudini che magari consideriamo banali possono fare una grande differenza, come quella di caricare il telefono.

Molte persone lasciano lo smartphone in carica tutta la notte anche quando la ricarica è ormai completata. A questo punto è inevitabile domandarsi se questa pratica può aumentare la nostra bolletta. Di fatto questa modalità è veramente errata e si spreca energia inutilmente, oltre al fatto che a lungo andare la batteria si brucia in questo modo.

Lasciare il telefono attaccato alla corrente cosa comporta

Telefono in carica conseguenze bolletta
Telefono-foto pinterest pianetbatteria.it

Lasciare quindi il telefono attaccato alla corrente per tutta la notte significa usare l’energia inutilmente. Uno smartphone necessita di massimo 3 ore per ricaricarsi del tutto. La maggior parte delle volte in cui viene lasciato collegato alla corrente per più tempo è per dimenticanza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Telefono surriscaldato: come intervenire? Le conseguenze in piccolo del caldo anomalo

Altre volte invece si è ignari delle conseguenze e si pensa erroneamente che più tempo sta collegato alla corrente più sarà carico. In realtà non è così, nel momento in cui raggiunge la carica al 100% non si carica ulteriormente. E anzi tenerlo in carica più del dovuto, sopratutto tutta la notte rischia di danneggiare il dispositivo a lungo andare.

Vediamo quali sono i consumi per ricaricare un modello comune di smartphone. Consideriamo che un telefono collegato alla corrente per tre ore consumano meno di 0,01 kWh, ma all’inizio della ricarica la potenza immediata si aggira intorno agli 11 W e poi cala man mano che la batteria si carica per scendere poi a 1,5 W quando il telefono è carico.

Calcolando le tariffe medie della corrente elettrica, il consumo mensile di 0,30 kWh per ricaricare lo smartphone ha un impatto sulla bolletta da 0,15 euro a 0,20 euro, in base anche al regime di maggior tutela o nel mercato libero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Quanto costa ricaricare un’auto elettrica: facciamo due conti

Se lasciamo lo smartphone collegato tutta la notte in realtà questo non ha un gravissimo impatto sulla bolletta. Perciò non vi dovete preoccupare della bolletta ma più che altro della batterie del telefono che potrebbe bruciarsi a lungo andare se tenete il telefono in carica tutta la notte tutti i giorni.