Scoperte scientifiche, un 2022 da record: una più importante dell’altra

Nel 2022 sono state fatte 5 scoperte da record, una più importante dell’altra. Davvero incredibile. 

Archeologia scoperte 2022
Archeologia-foto pinterest orizzonteenergia.it

L’anno passato è stato molto importante per quanto riguarda le scoperte scientifiche, dalla biologia allo spazio passando anche per l’archeologia e la tecnologia. Nel dettaglio sono state fatte 5 scoperte molto importanti e rivoluzionarie. Ora che è cominciato il 2023 ci auguriamo che anche questo anno sia ricco di scoperte scientifiche.

Scopriamo i primati più significativi di questi ultimi 12 mesi, sia per importanza del lavoro di ricerca che per aver portato alla luce misteri e meraviglie della natura davvero uniche. Sicuramente rimarrete esterrefatti delle scoperte fatte quest’anno.

La scienza è infinita e comprende molti ambiti, dalla biologia allo spazio all’archeologia e così via. E possiamo dire quest’anno abbiamo toccato quasi tutti i campi con 5 scoperte davvero incredibili, possiamo dire da record.

Le 5 scoperte scientifiche del 2022

Batterio nuovo scoperto 2022
Batterio-foto pinterest orizzonteenergia.it

Tra le scoperte più incredibili del 2022 abbiamo sicuramente il più grande batterio unicellulare al mondo. Misura 1 centimetro di lunghezza circa e non necessita di un microscopio per essere osservato, si può ammirare ad occhio nudo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Scoperte del 2022, le più sorprendenti che hanno lasciato a bocca aperta

Si tratta di un batterio di una nuova specie, Thiomargarita magnifica, che vive nelle foreste di mangrovie delle Piccole Antille caraibiche, scoperto dai ricercatori dell’Università des Antilles a Pointe-à-Pitre di Guadalupa. È 50 volte più grande di altre specie di grandi batteri e 5.000 volte più grande dei batteri tradizionali. Il motivo che lo ha spinto ad evolversi è la sua lunghezza che lo aiuta ad ottenere l’ossigeno e il solfuro di cui necessita.

Un’altra grande scoperta è stata la più grande colonia di pesci mai vista. Cinquecento metri sotto il ghiaccio che ricopre il Mar di Weddel, in Antartide si trova la più grande colonia riproduttiva di pesci. Alcuni ricercatori in Germani si sono imbattuti in questa colonia formata da circa 60 milioni di nidi attivi di pesci del ghiaccio di Giona. Si estendono su un’area di almeno 240 chilometri quadrati.

Poi non dimentichiamo il primo intervento chirurgico della storia che è stato scoperto essere avvenuto circa 31.000 anni fa. Lo hanno capito un team di archeologi dell’Australia dopo aver studiato i resti di ossa umane trovate all’interno dei una grande grotta sull’isola indonesiana del Borneo. Hanno identificato i segni di un’antica amputazione nella parte inferiore della gamba sinistra di una persona sopravvissuta poi altri 6-9 anni dopo l’operazione. Questa scoperta sposta quindi l’origine della chirurgia indietro di 20.000 anni.

C’è anche il supercomputer più veloce al mondo. Un computer ha ottenuto il record di velocità, si tratta del Frontier che può eseguire 1,1 quintilioni di calcoli al secondo. È il primo computer exascale che può eseguire 1018 operazioni al secondo. Il secondo più veloce è il Fugaki del RIKEN Center in Giappone. Il calcolo su exascala può portare a scoperte in tutto il mondo, dalla scienza del clima alla salute e anche la fisica delle particelle.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Scoperte figure umane ed animali nella valle di Nazca del Perù: archeologi a lavoro

Infine l’ultima scoperta importante del 2022 è stata il buco nero più vicino alla Terra. Lo hanno scoperto un team di astrofisici che hanno analizzato i dati del telescopio spaziale Gaia dell’Agenzia Spaziale Europea, scoprendo questo buco nero che è il più vicino alla Terra. Lo hanno chiamato Gaia BH1 è distante solo 1.560 anni luce dal nostro pianeta ed è due volte più vicino del buco nero precedente che si penava fosse il più vicino.