Negli hotel non ci saranno più i kit di cortesia, la fine di shampoo e sapone

È finita un’era per gli hotel in tutta Europa, non troveremo più questo servizio che ci piaceva tanto, il kit di cortesia. 

Campioncini hotel non ci saranno più
Kit hotel-foto pinterest orizzonteenergia.it

PER TUTTI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU INSTAGRAM

In questo periodo difficile in cui l’inquinamento sta prendendo piede causando danni irreparabili, tutto il mondo sta andando verso una direzione più green. L’obiettivo è quello di ridurre i rifiuti di imballaggio il più possibile. Partendo prima di tutto dagli hotel.

La Commissione europea ha vietato negli hotel i minuscoli flaconi di shampoo e bagnoschiuma. Quel kit bellissimi di servizio che ci offrivano gli hotel per lavarci e fare altro non saranno più a disposizione dei clienti.

Negli anni ce ne saremo portati veramente tanti a casa. Questi piccoli contenitori tornano molto utili quando si viaggia. Sono un vero e proprio bottino ma a quanto pare ne dovremo fare a meno dato che saranno messi al bando.

Addio ai kit di servizio degli hotel

Kit hotel spariranno per sempre
Kit hotel-foto pinterest orizzonteenergia.it

Per ridurre gli imballaggi, la Commissione europea ha preso una decisione senza precedenti. Metterà al bando flaconcini, bottigliette, minidispenser in plastica che sono inquinanti e superflui. Dall’Europa arriva proprio la proposta di vietare i flaconcini di shampoo e sapone negli hotel, oltre ai contenitori monouso per cibi e bevande consumate in bar e ristoranti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Come ridurre il consumo di plastica: con semplici accorgimenti avrai un mondo migliore

Gli imballaggi monouso per porzioni di frutta e verdura inferiori a un chilo e mezzo, gli imballaggi multipli per le bevande in lattina. Si tratta di un programma che rientra nell’obiettivo di riduzione dell’impronta di carbonio dell’Ue entro il prossimo decennio e di rendere l’industria degli imballaggi a zero emissioni di carbonio entro il 2050.

Senza questi interventi, l’UE vedrebbe ancora un aumento del 19% dei rifiuti di imballaggio entro il 2030 e per i rifiuti di imballaggi in plastica addirittura il 46%. Lo scopo è quello di ridurre del 15% i rifiuti di imballaggio pro capite per i cittadini di ogni stato membro entro il 2040, rispetto ai livelli del 37% la quantità di rifiuti generati in tutta l’Unione europea rispetto a un ipotetico scenario in cui le normative rimangono inalterate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Sostenibilità e beauty routine: stop all’usa e getta. I migliori prodotti con cui riempire il tuo beautycase

Sarà possibile dunque sbarazzarsi di tutti questi rifiuti di plastica e comprendere una volta per tutte, che l’era dell’usa e getta va mandata nel dimenticatoio? Staremo a vedere, sicuramente dei passi avanti sono stati fatti.