Mangiare insetti è davvero sostenibile? Larve e grilli in molte pietanze

Mangeremo insetti in futuro? Ecco cosa ci aspetta, potrebbero essere il nostro pasto nel futuro. 

Mangiare insetti ecco il futuro
Insetti da mangiare-foto pinterest orizzonteenergia.it

In futuro insetti, larve e grilli potrebbero diventare il nostro pasto. Nel programma “Controcorrente” di Rete 4 infatti è stato fatto un servizio riguardo a questo tema. Sono stati mostrati cibi a base di insetti e altre creature simili.

Il motivo per cui potrebbero essere il cibo del futuro è che sono ricchi di nutrienti e sono a basso impatto ambientale. Alcuni di loro sono già stati autorizzati come cibi in Europa. A Torino vengono allevati gli insetti commestibili per esempio.

Inoltre viene prodotta una farina dai grilli che può raggiungere il 70% di proteine. Quindi in Italia di fatto è già possibile consumare insetti, ma solo se vengono da aziende europee certificate e destinate alla vendita.

In futuro mangeremo insetti

Insetti ecco perché si mangeranno
Insetti da mangiare-foto pinterest orizzonteenergia.it

La Fao sostiene che in futuro gli insetti saranno alimenti fondamentali per noi. Il motivo è che possono garantire la sostenibilità ambientale e poi sono anche in grado di soddisfar il fabbisogno proteico dell’uomo. Produrre proteine con gli insetti fa bene al pianeta. Il prodotto allevato è puro e i processi che attraversa sono la cottura, essiccazione e sfarinatura. Non si butta via niente, non c’è spreco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Api ed insetti, risorsa importantissima per la Terra: il motivo

La sostenibilità sta diventato sempre di più importante nel mondo di oggi e anche nel futuro. A partire dalla riduzione di emissioni Co2 nell’atmosfera, nel riciclo e anche nella scelta degli alimenti come stiamo vedendo.

Gli insetti potrebbero dunque rappresentare per davvero l’alimento per il futuro. Sono una fonte di cibo altamente nutriente perché forniscono proteine di alta qualità. Sono paragonabili a quelle della carne e del pesce per intenderci.

Per altro ce ne sono molto di insetti al mondo e considerando che nel mondo ci sono 800 milioni di persone che soffrono di fame, potrebbe essere una soluzione adeguata. Sono già più di 2 miliardi le persone che fanno uso di insetti per fini alimentari e le specie commestibili in commercio sono oltre 1.900.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Insetti volanti, la crisi ecologica li ha ridotti del 64%: il report da brividi

Le normative europee riguardo al consumo di insetti per uso alimentare sono chiara e restrittive. Sostengono infatti che gli insetti rientrano nella definizione di Novel food, ossia tutti quei prodotti e sostanze alimentari per i quali non si può dimostrare un consumo significativo all’interno dell’Unione europea. Tuttavia alcuni stati membri dell’Ue hanno ammesso gli insetti nel proprio territorio. Parliamo dell’Olanda e del Belgio, dove nei supermercati si trovano alimenti in vendita a base di insetti.