Piante grasse e gli errori più comuni: come innaffiarle nel modo corretto

Le piante grasse vanno innaffiate e curate in un certo modo, scopriamo tutti gli errori comuni da non commettere. 

Piante grasse errori comuni
Piante grasse-foto pixabay orizzonteenergia.it

Coltivare le piante grasse non è affatto un compito difficile, ma bisogna seguire alcune indicazioni per evitare di sbagliare. Solitamente queste piante vengono scelte proprio da chi non ha pazienza e non è molto in grado di badare a delle piante.

Tuttavia, anche se queste piante sono tolleranti alla siccità e quindi possono non essere innaffiate con regolarità è comunque importante annaffiarle in modo giusto per garantire la loro salute e crescita. La frequenza dell’annaffiatura dipende anche dalle condizioni ambientali della zona in cui ci si trova.

Le piante grasse si dovrebbero annaffiare solamente quando il terreno è del tutto asciutto al tatto. In estate questo potrebbe anche significare annaffiarle ogni pochi giorni, in inverno invece potrebbe essere necessario annaffiarle una sola volta ogni settimana o anche meno.

Come coltivare le piante grasse

Le piante grasse come si curano
Piante grasse-foto pixabay orizzonteenergia.it

Non bisogna dare troppa acqua alle piante grasse e in generale a tutte le piante, questo perché si può causare il marciume delle radici e anche altri problemi di salute della pianta. Quando si annaffia bisogna farlo in modo che l’acqua raggiunga le radici della pianta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Piante grasse, farle fiorire è un gioco da ragazzi: la procedura vincente

Per poter annaffiare in modo giusto, si può usare una pentola con fori di drenaggio o un vaso con un drenaggio adatto per evitare che l’acqua si accumuli nel fondo. È importante poi usare acqua non calcarea, dato che l’acqua dura può causare depositi di calcio sulla superficie delle foglie e sui tessuti della pianta e questo può causarne la morte. Si può anche immergere la pianta per qualche minuto nella doccia o nella vasca e farla scolare bene.

Un altro modo semplice per annaffiare in modo corretto la pianta è versando l’acqua con una siringa senza ago, nel terriccio. Si può usare anche un vaporizzatore e spruzzare l’acqua sulle foglie e sul terreno. In questo modo nel caso in cui la pianta grassa avesse delle spine eviterete di pungervi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Piante grasse in casa, come curarle nel modo corretto

È importante poi anche fornire alle piante un’adeguata esposizione al sole. La maggior parte delle piante grasse preferisce un’esposizione alla luce solare diretta per circa 6 ore al giorno. Alcune piante grasse però, come l’aloe vera possono soffrire di ustioni se esposte per troppo tempo al sole. Se seguirete questi consigli le vostre piante cresceranno benissimo e in salute.