Libera lo scarico in cucina: tutti i trucchi super economici e naturali

Come fare a liberare lo scarico intasato del lavandino in cucina con dei rimedi del tutto naturali ed efficaci. 

Sturare lavandino metodi naturali
Sturare lavandino-foto pinterest orizzonteenergia.it

Vi sarà capitato molto spesso di lavare i piatti nel lavello della cucina e notare che l’acqua si accumulava nella vaschetta senza scorrere. Questo solitamente succede quando residui di cibo o blocchi di calcare tendono a bloccare e intasare gli scarichi non permettendo più il passaggio dell’acqua.

Con questi rimedi, risolvere il problema è un gioco da ragazzi. Infatti oggi vediamo come liberare gli scarichi intasati del lavello in cucina utilizzando solamente alcuni ingredienti casalinghi e naturali. Ce ne sono molti di rimedi naturali a cui possiamo ricorrere.

In casa abbiamo sempre a disposizioni alcuni ingredienti che sono fondamentali per le faccende domestiche. Per esempio il bicarbonato di sodio, l’aceto, il sapone di Marsiglia e tanto altro. Sono tutti ingredienti che in casa non devono mai mancare.

Come liberare lo scarico del lavandino intasato

Come sturare il lavandino
Sturare lavandino-foto pinterest orizzonteenergia.it

Per liberare lo scarico del lavandino intasato si può cominciare usando una combinazione di aceto e bicarbonato. Due degli ingredienti più noti per le loro proprietà disgorganti e anticalcare. Quando questi due entrano in contatto, danno vita a una reazione effervescente in grado di sturare i lavandini otturati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Ma con l’aceto ed il bicarbonato (insieme) qualcosa si può fare? Pare proprio di si

Tutto quello che dovete fare è aggiungere una tazza di bicarbonato nello scarico e aspettare per qualche secondo e poi si versa anche una tazza di aceto. A questo punto bisogna aggiungere anche un pentolino con acqua molto calda per rimuovere i residui ancora presenti e liberare lo scarico. Tuttavia l’utilizzo dell’aceto nello scarico è molto dibattuto, poiché non è propriamente ecologico. Sarebbe meglio usare l’acido citrico.

Arriviamo infatti all’acido citrico, che è una valida alternativa. Basta aggiungere 150 grammi di acido citrico in una brocca che contiene un litro d’acqua bollente. Fatelo sciogliere bene e poi versate la miscela ottenuta nello scarico e lasciate agire per qualche ora o anche per una notte intera senza aprire i rubinetti. Il giorno dopo noterete che gli scarichi saranno liberi e l’acqua nella vaschetta scorrerà senza alcun problema.

Questo rimedio è molto utile in caso di blocchi di calcare dato che l’acido citrico vanta forti proprietà anticalcare. Si usa infatti anche per pulire a fondo elettrodomestici come la lavastoviglie e lavatrice. Potete anche utilizzarlo per gli scarichi del bagno.

Poi c’è anche il sale e bicarbonato che potete usare, questa combinazione ha una funziona anti calcare ottima e si può usare anche in lavatrice per risolvere dei problemi. Portate ad ebollizione 1 litro di acqua in una pentola e poi versate nello scarico un bicchiere riempito a metà con il sale e bicarbonato. Lasciate agire qualche secondo per far scendere il composto e poi versate l’acqua bollente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Se il tuo scarico è lento, ne basta un bicchiere. Stura tutto in un attimo

Anche il lievito di birra è utile in questo caso, aiuta a sturare gli scarichi intasati e ad eliminare cattivi odori. Versate un bicchiere d’acqua di 200 ml in un pentolino e portate ad ebollizione. Aggiungete poi il lievito di birra all’interno fino a farlo sciogliere. Lasciate poi agire tutta la notte. Anche le bibite gassate e la soda da bucato aiutano.