T-rex, ultima scoperta: la loro intelligenza era pari a quella delle scimmie

I dinosauri erano intelligenti come le scimmie lo sapevate? Un recente studio sul cervello dei T.rex ha dato questo risultato. 

I dinosauri erano creature intelligenti lo dice la scienza
Dinosauri-foto pixabay orizzonteenergia.it

È stato condotto uno studio sui T-rex che ha rivelato che non erano affatto creature stupide come si è sempre pensato. Essi erano intelligenti quanto le scimmie. In America c’è un modo di dire offensivo che è “hai il cervello di uccello”. È un offesa perché il cervello degli uccelli è chiaramente piccolo e si presuppone che siano stupidi.

Tuttavia non è affatto così, infatti è esattamente il contrario. Poiché hanno di fatto una concentrazione di neuroni molto superiore e negli anni alcuni studi sulle capacità cognitive dei volatili ci hanno rivelato quanto siano straordinarie.

Partendo da questo  studio la neuroscienziata della Vanderbilt University di Nashville, Tennessee ha condotto un altro studio sugli antenati degli uccelli, ossia i dinosauri. Ha così scoperto che animali come il T.rex e l’allosauro avevano un’intelligenza molto superiore a quella che gli era stata attribuita fino ad ora.

I dinosauri erano intelligenti come le scimmie

Dinosauri erano intelligenti come le scimmie
Dinosauri-foto pixabay orizzonteenergia.it

I dinosauri, come gli uccelli avevano cervelli piccoli vista la scatola cranica. Per questo per molti anni si è pensato che non fossero particolarmente intelligenti. Ma in realtà è il contrario, infatti il loro cervello era denso di neuroni. Questa informazione arriva dal confronto delle dimensioni del cervello dei teropodi, il gruppo di dinosauri da cui si sono evoluti gli uccelli, che comprendevano il T.rex, con quello dei volatili moderni come lo struzzo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Dinosauro, trovata una nuova specie mai vista prima: studiosi senza parole

L’autrice ha lavorato pensando che la concentrazione di neuroni sia scalabile tra dinosauri e uccelli e lo studio giustifica questo assunto. Il risultato è dunque che il cranio di un T.rex conteneva molti più neuroni di quanto avremmo mai pensato.

Il T.rex aveva un numero di neuroni paragonabile a quello dei moderni primati e quindi secondo l’autrice è probabile che avesse una struttura sociale molto complessa e che sapesse quindi risolvere problemi, usare strumenti e che avesse anche una qualche forma di cultura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Dinosauri e se non si fossero mai estinti? Tutte le ipotesi più affascinanti

Herculano-Houzel ha anche dimostrato che c’è una proporzionalità tra un numero di neuroni e aspettativa di vita. Secondo i suoi calcoli un T.rex poteva raggiungere i 40 anni di età. Chiaramente non si possono verificare queste ipotesi sul campo. Ma oggi abbiamo motivo di credere che i dinosauri non erano per niente stupidi.