Perché non ci sono pianeti come la Terra: è inquietante la teoria degli scienziati

C’è una teoria che spiega per quale motivo non ci siano pianeti come la Terra, di determinate dimensioni. 

Perché non ci sono pianeti come la terra
Pianeti-foto pixabay orizzonteenergia.it

Gli esperti hanno spiegato per quale motivo uno specifico gruppo di esopianeti non esiste nello spazio. Alcuni astronomi stanno studiando lo spazio alla ricerca di corpi celesti simili al nostro, ma non è affatto facile, dato che quelli scoperti sono mondi sopratutto gassosi, simili a Giove.

Per questo motivo gli esperti hanno avanzato una macabra spiegazione del perché non sembra esistere uno specifico gruppo di pianeti. Oggi la categoria di esopianeti più comune risulta essere le super-terre rocciose, che sono grandi 1,4 volte la Terra e i mini-Nettuno ghiacciati, che sono 2,4 volte il nostro pianeta.

La tesi riguardo a questo divario è che i corpi celesti di dimensioni minori sono destinati ad avvicinarsi alle loro stelle, simili al Sole con il tempo distruggendosi. Ma un altro team di scienziati ha cercato di dare un’altra chiave di lettura.

Perché non ci sono pianeti come la Terra

Non ci sono pianeti come la terra perché
Pianeti-foto pixabay orizzonteenergia.it

Un team di scienziati sostiene che invece di bruciare i pianeti più piccoli e meno densi impattano tra loro con detriti che vanno a comporre oggetti di dimensioni più grandi. Questo succede quando i pianeti più piccoli si avvicinano alle loro stelle, le orbite diventano più instabili e provocano un impatto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Riscaldamento globale, la sabbia ha schermato la Terra: cosa rivela lo studio

Questo spiegherebbe quindi perché non ci sono dati disponibili che chiariscano la fine degli oggetti di dimensioni inferiori o della stessa grandezza della Terra. Anche i mondi ghiacciati e acquosi potrebbero avere un impatto tra di loro. Tuttavia, dato che le loro dimensioni non cambiano molto poiché l’acqua è meno densa, quei tipi di oggetti in collisione rimarrebbero al di sopra di un certo raggio in ogni caso.

La Terra rispetto agli altri pianeti ed esopianeti nell’Universo ha la vita, l’acqua allo stato liquido e il pianeta è circondato da una spessa atmosfera e da una magnetosfera che lo proteggono dai raggi solari. C’è quindi una grande disponibilità di elementi come il carbonio, ossigeno, idrogeno e azoto e la luce del Sole che è un’abbondante fonte di energia e un meccanismo biochimico per convertire il materiale inorganico in biomassa.

Esiste però un fenomeno fondamentale, che è la fotosintesi dell’ossigeno senza di esso non ci sarebbe la vita sulla Terra. Chiaramente sono state cercate queste condizioni su altri pianeti e seppure è stata ipotizzata la presenza di questo processo su altri esopianeti di tipo terrestre o roccioso abitabili, ancora non è stato possibile comprendere quale tipologia di stella abbia le caratteristiche termodinamiche per la vita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Scoperto un nuovo esopianeta: potrebbe essere come la Terra ed ospitare la vita

La fotosintesi è fonte di cibo organico e fonte di ossigeno molecolare per il metabolismo. Sulla Terra gli organismi viventi sfruttano la fotosintesi ossigenica per produrre elementi organici raccogliendo la luce del sole nella gamma visibile dello spettro elettromagnetico e per produrre ossigeno molecolare. Al momento quindi nessun altro pianeta ha le condizioni per sostenere una biosfera simile alla Terra.