Troppo rumore, questi animali sono costretti ad urlare tra loro

Quando le attività umane producono un rumore troppo alto, alcuni animali devono urlare tra di loro per capirsi. 

Tursiopi disturbati dal rumore nei mari
Tursiopi-foto pixabay orizzonteenergia.it

Ci sono tante forme d’inquinamento sul nostro pianeta e sono tutte causate dalle attività umane, ci sono alcuni tipi d’inquinamento che però vengono considerati poco. Come per esempio l’inquinamento acustico dei mari. Per molte specie marine, la comunicazione è davvero fondamentale, vivere in ambienti troppo rumorosi può causare dei problemi anche gravi a certe specie.

Per esempio i tursiopi che parlano costantemente tra loro, necessitano di silenzio per poter collaborare in modo efficiente. Pertanto se si trovano in ambienti molto rumorosi, questi delfini si trovano costretti ad alzare la voce per farsi sentire, tuttavia questa situazione non basta a contrastare il caos.

Pertanto alcuni esperti stanno studiano questi animali per capire la loro condizione e aiutarli. A tal proposito è stato condotto uno studio su alcuni esemplari selvatici in ambiente controllato per verificare proprio questo fenomeno.

Lo studio per l’inquinamento acustico che preoccupa i delfini

Delfini disturbati da inquinamento acustico
Tursiopi-foto pixabay orizzonteenergia.it

Un test è stato fatto sui alcuni esemplari di delfini in ambiente controllato con rumore, per comprendere come reagiscono. L’attività prevedeva di premere in contemporanea due pulsanti messi ai lati opposti della piscina. Questo risultato i tursiopi l’hanno ottenuto grazie a una costante comunicazione fatta di fischi e altri rumori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Muri verdi: la soluzione all’inquinamento acustico e allo smog, quanto costano

Dopo che hanno svolto l’esercizio i tursiopi hanno dovuto ripeterlo in condizioni di rumore ambientale con intensità crescente. I risultati sono stati che c’era troppo rumore per loro e per poterlo contrastare i tursiopi hanno alzato a loro volta il volume dei fischi per farsi sentire dal compagno in mezzo al caos.

La loro percentuale di successo è stata bassissima in condizioni troppo rumorose se non nulla. Di norma si potevano coordinare per premere il bottone simultaneamente nell’85% dei casi, ma quando il baccano è troppo la percentuale scende al 65%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Il rumore delle barriere coralline: i suoni studiati da un’intelligenza artificiale

Pertanto quello che è emerso è che i tursiopi sono realmente disturbati dal troppo rumore ma nonostante questo continuano a comunicare tra loro, alzando la voce pur di farsi sentire dai compagni. In alcuni casi nemmeno urlare però li aiuta, poiché il rumore degli umani è insostenibile.