NewsEfficienza & RisparmioRinnovabiliBiomassaEolicoGeotermiaIdroelettricoStakeholder energiaOrizzontenergia.itEfficienza Energetica

2050 – L’80% DEL FABBISOGNO ENERGETICO MONDIALE SARA’ COPERTO DALLE RINNOVABILI

    Entro la metà del secolo, se le politiche pubbliche le sosterranno adeguatamente, le rinnovabili potrebbero coprire l’approvvigionamentoapprovvigionamento
    Insieme di attività finalizzate al reperimento dei quantitativi materie prime necessarie allo svolgimento delle attività economico-produttive di un Paese consumatore.
    energetico mondiale per quasi l’80%. Questo è quanto emerge da uno studio dell’IPCC – Intergovernmental Panel on Climate Change.

    Nello Special Report on Renewable Energy Sources and Climate Change Mitigation (SRREN), documento redatto allo scopo di informare i governi sul potenziale delle rinnovabili nella lotta al cambiamento del clima ed alla riduzione della CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    , vengono illustrati diversi scenari di come le diverse fonti e tecnologie rinnovabili si svilupperanno fino al 2050.

    I maggiori progressi si stimano per l’eolico, che, nel 2050, potrebbe arrivare a fornire oltre il 20% dell’elettricità generata, mentre si ridurrà l’apporto delle bioenergie (che attualmente soddisfano il 10% della domanda complessiva di elettricità e calore).

    Stando alle stime più ottimistiche, il solare potrà addirittura generare fino a un terzo dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    , ma è molto più probabile che mantenga il suo apporto attorno al 10%. Il geotermico coprirà invece solo il 3% del fabbisogno elettrico ed il 5% della domanda di calore. Vi è infine l’idroelettrico per il quale si preannuncia una discesa dall’attuale 16% al 10-14%.

     

    Orizzontenergia.com, 14/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button