NewsFossiliTecnologie TermoelettricheTermovalorizzazioneRiciclo & RifiutiStakeholder energiaAbb

ABB acquisisce un ordine del valore di 1,65 milioni di euro per l’impianto termovalorizzatore di Gerbido

    L’ordine rappresenta uno dei più importanti successi – per valore economico – ottenuti da Analytical Measurement in Italia.

     

    Sesto San Giovanni (Milano), 28 luglio 2011 – ABB, gruppo leader nelle tecnologie per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    e l’automazione, fornirà a UNIECO sistemi di analisi per applicazione sul camino di emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    delle tre linee d’incenerimento del termovalorizzatore di Gerbido che servirà la provincia di Torino.

    ABB è orgogliosa di questa collaborazione con UNIECO che rappresenta un interlocutore qualificato, in grado di operare in Italia e all’estero grazie alle competenze maturate con importanti realizzazioni. UNIECO, infatti, è un’azienda specializzata nella realizzazione di grandi strutture, come depuratori, termovalorizzatori, magazzini logistici e altre infrastrutture complesse, che opera in partnership con società specializzate nello sviluppo e nell’installazione delle tecnologie più avanzate e di impianti altamente automatizzati.

    Il termovalorizzatore di Gerbido è un impianto per la combustionecombustione
    Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l’ossigeno presente nell’aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
    di rifiuti solidi urbani residui dalla raccolta differenziataraccolta differenziata
    Raccolta di rifiuti raggruppati per tipologia (per esempio, carta, vetro, plastica) al fine di riciclarli rendendo più facile lo smaltimento e valorizzando il rifiuto stesso come materia prima. Ogni Comune stabilisce le modalità di raccolta.
    (RSU) e di rifiuti speciali assimilabili agli urbani (RSA); opererà con tre linee gemelle in grado di smaltire 421 mila tonnellate/anno di rifiuti. Il calore di combustione sarà recuperato e convertito sia in energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    sia in energia termicaenergia termica
    Calore.
    da immettere nelle reti elettriche e di teleriscaldamentoteleriscaldamento
    Sistema che consente di distribuire calore presso le utenze, a partire da una centrale di produzione (per esempio centrale di cogonerazione, termovalorizzatore, ecc…). Il calore viene trasportato sotto forma di acqua calda o vapore all’interno di condotti interrati e può servire per riscaldare gli ambienti oppure per produrre acqua calda sanitaria. Nelle abitazioni servite dal teleriscaldamento la caldaia viene sostituita da uno scambiatore di calore, consentendo una diminuzione delle emissioni e un risparmio di combustibile.
    .

    L’energia elettrica ammonterà a 350 mila MWh, sufficiente a soddisfare il fabbisogno di 175 mila famiglie, mentre quella termica sarà di 170 mila MWh e potrà riscaldare 17 mila abitazioni di media grandezza. La quantità di combustibile convenzionale risparmiata sarà superiore a 70 mila tonnellate equivalenti di petroliopetrolio
    Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
    l’anno
    .

    Il cliente UNIECO fra le numerose applicazioni e referenze, ha ritenuto la proposta tecnica di ABB all’avanguardia poichè dotata delle migliori tecnologie disponibili attualmente sul mercato, in grado quindi di soddisfare le molteplici esigenze dell’utilizzatore finale. Le richieste del cliente secondo precise specifiche costituiscono per ABB delle applicazioni standard, consolidate grazie a numerose installazioni analoghe.

    I principali vantaggi del sistema FTIR proposto da ABB, rispetto a quelli della concorrenza consistono in una grande affidabilità e una semplice manutenzione, con conseguente riduzione dei costi, grazie ad una tecnologia consolidata da decenni. La fornitura di ABB è composta di: 6 sistemi analisi FTIR per le emissioni ai camini (di cui 3 di back-up); 3 sistemi analisi FTIR per applicazione sul processo; 3 campionatori di diossine; un sistema analisi per la misura del mercurio, in scansione sui 3 camini; una serie di strumenti a corredo per le misure di polveri, di ossigeno, di portata, di temperatura, di pressione e della radioattività.

    La consegna dei prodotti sarà corredata dalle attività di: startup e training in campo; survey all’installazione; validazione dei dati di analisi secondo la normativa vigente; manutenzione programmata (con contratto biennale).

     La soluzione tecnica proposta offre un’elevata affidabilità delle misure di analisi, pertanto l’impianto garantirà un funzionamento nel completo rispetto delle normative vigenti, senza fermate dovute alle mancate performance delle macchine installate. Con questa fornitura, ABB soddisfa pienamente i requisiti legislativi nell’ambito delle emissioni degli impianti industriali, permettendo al cliente di ottemperare alle richieste dei vari Enti di controllo quali Arpa, Province, ecc. e offrendo prodotti al tempo stesso affidabili, di semplice gestione e di ridotta manutenzione.

     

    Fonte: ABB, 28/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button