NewsFossiliPetrolioTecnologie TermoelettricheStakeholder energiaAdiconsum

ADICO: CALA IL PREZZO DEL PETROLIO MA CONTINUA LA SPECULAZIONE ALLA POMPA

    Malgrado le quotazioni del petroliopetrolio
    Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
    al barilebarile
    Unità di misura in uso nei Paesi anglofoni per la misura volumetrica del petrolio e dei suoi derivati. Corrisponde a circa 159 litri.
    sta arretrando in questi giorni rispetto le massime quotazioni registrate qualche settimana fa – denuncia l’ADICO – il costo della benzina alla pompa non accenna voler calare.

    In media per un pieno la differenza tra il prezzo ottimale del carburante e quello applicato ammonta a circa due euro in più per la benzina e di circa tre euro per il diesel – secondo gli analisti dell’ADICO – per un valore che oscilla attorno ai 3-5 centesimi al litro; con la benzina salita del 12,7% rispetto a marzo 2010 e del 3,4% rispetto a febbraio; il gasoliogasolio
    Prodotto derivante dalla distillazione del petrolio greggio. Viene utilizzato soprattutto per alimentare motori Diesel oppure negli impianti di riscaldamento civile. Nei motori Diesel, detti anche ad accensione spontanea, il gasolio viene iniettato nel cilindro dove trova aria molto compressa (anche 40 volte la pressione ambiante). Per poter essere impiegato nei motori il gasolio deve avere determinate caratteristiche, per esempio una buona capacità di accensione (soprattutto alla basse temperature) e un opportuno potere lubrificante.
    aumentato del 18,5% su base annua e del 4,3% su base mensile.

    Secondo gli esperti dell’associazione per un pieno di 50 litri di benzina nel dicembre 2010 ci voleva 68 euro contro i 74,4 di oggi; mentre per il gasolio si è passati da 65 euro a 72,8 euro.

    Un meccanismo quello di “adeguare a rilento” il prezzo dei carburanticarburanti
    Sostanze solide, liquide o gassose, di origine naturale o derivanti da processi industriali, contenenti carbonio e idrogeno, che, se bruciate, sviluppano calore in base al loro “contenuto energetico” (potere calorifico).
    alla pompa che permette alle compagnie petrolifere di ottenere ricavi addizionali pari a centinaia di milioni di euro in più
    – spiega il presidente dell’ADICO, Carlo Garofolinimentre ad ogni aumento del prezzo del petrolio segue un immediato aumento del prezzo di tutti i carburanti. Speculazioni che determinano un effetto domino sui prezzi finali delle materie prime e dei lavorati, contraggono i consumi, alleggeriscono le tasche dei consumatori.

    Comunicato stampa Associazione Difesa Consumatori, 07/05/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button