NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteFossiliGasStakeholder energiaAeegsi

AEEG – GAS: AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA DI CONTROLLI SU IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE IN COLLABORAZIONE CON LA GUARDIA DI FINANZA

    Inizierà il 1° ottobre la campagna annuale di controlli dell’Autorità per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    sulla qualità del gas distribuito in rete. La fase di verifica, giunta ormai al suo decimo anno, si concluderà il 30 settembre 2014 e avverrà con controlli senza preavviso presso 60 impianti di società di distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    su tutto il territorio nazionale.

    Con queste nuove verifiche saranno 560 i controlli complessivi effettuati dall’Autorità per l’energia a partire dal 2004, grazie alla collaborazione del NucleoNucleo
    È il “cuore” dell’atomoatomo
    È il costituente fondamentale della materia, che ne conserva le caratteristiche chimiche e fisiche. Più atomi si legano tra loro per formare aggregati più complessi, ovvero le molecole. L’atomo è costituito da un nucleo, contenente cariche positive e cariche neutre, dove si concentra quasi tutta la sua massa. Tale nucleo, che costituisce il “cuore” dell’atomo è circondato da una nube di elettroni (cariche negative) distribuiti a strati. Le forze che legano gli atomi sono di natura elettrica.
    , la parte dove si concentra la quasi totalità della massa. Il nucleo è costituito da protoni (particelle dotate di carica positiva) e neutroni (particelle non caricate elettricamente).
    Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza e dell’Azienda Speciale Innovhub – Stazioni Sperimentali per l’industria – Divisione Stazione Sperimentale per i  Combustibili. L’obiettivo è di accertare il rispetto, nella prossima stagione invernale, di alcune norme dell’Autorità particolarmente rilevanti per la sicurezza, la qualità del servizio e le bollette dei consumatori.

    In particolare, verrà controllata la corretta applicazione delle regole sul potere calorificopotere calorifico
    Il potere calorifico è definito come il calore prodotto dalla combustione di una quantità unitaria di combustibile e si distingue tra potere calorifico superiore (pcs) e potere calorifico inferiore (pci). È misurato in genere in kcal/kg per i combustibili liquidi e solidi, e in kcal/m3 per i gas.
    superiore e la pressione
    di fornitura, fondamentale per garantire più sicurezza per i consumatori. Le verifiche riguarderanno anche la corretta odorizzazione del gas, essenziale per prevenire esplosioni o intossicazioni. Il gas naturalegas naturale
    Idrocarburo che ha un’origine simile al petrolio, che si forma a partire dalla decomposizione anaerobica (cioè in assenza di ossigeno (O2) di microorganismi, attraverso processi biologici avvenuti nel corso delle ere geologiche. La composizione del gas naturale varia notevolmente a seconda del sito di formazione, ma in genere presenta un’alta percentuale di metano (dal 70 al 95 %), anidride carbonica (CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    ), azoto (N2) e idrogeno solforato (H2S)., infatti, è inodore e per poterne individuare la presenza in caso di fughe o dispersioni deve obbligatoriamente essere miscelato con apposite sostanze che gli diano un odore caratteristico; la mancata o insufficiente odorizzazione comporta responsabilità penali per i distributori proprio perché rende difficile localizzare per tempo fughe e dispersioni di gas.

    La nuova campagna di controlli è la prosecuzione delle analoghe campagne annuali avviate  dall’Autorità fin dal 2004; ad oggi le verifiche hanno coinvolto 500 impianti di distribuzione del gas, evidenziando, tra l’altro, 30 casi di violazione dei limiti di legge per l’odorizzazione (legge 6 dicembre 1971, n. 1083), con la denuncia dei distributori inadempienti all’Autorità giudiziaria.

    La delibera 324/2013/E/Gas è disponibile sul sito dell’Autorità (http://www.autorita.energia.it).

    Fonte: AEEG

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button