NewsAmbiente

Ambiente: Uno studio considera l’Italia il paese con più aree a rischio a causa dell’inquinamento

Il report della EEA considera l'Italia come il paese più esposto all'inquinamento atmosferico ed ondate di calore

    Allarme da inquinamento atmosferico in Italia

    I dati rilasciati dalla EEA sono basati su indicatori relativi a salute, ambiente e contesto socio-demografico

    Livelli critici di smog in Italia tanto da essere il paese europeo col maggior numero di aree a rischio a causa di inquinamento atmosferico ed ondate di calore; lo testimonia il Rapporto sull’Inquinamento redatto da EEA (European Environment Agency) che ha messo in luce dati su salute, ambiente e contesto socio-demografico.

    La EEA ha rilevato dagli studi che vi sono maggiori rischi per la salute nelle aree in cui i redditi ed il livello d’istruzione sono inferiori ai livelli medi europei, e dove i tassi di disoccupazione e di anzianità della popolazione sono invece più alti della media.

    Le città europee con il più alto livello di disoccupazione e la più alta esposizione al particolato Pm10 sono:

    • Torino;
    • Stara Zagora (Bulgaria);
    • Nicosia (Cipro).

    In particolare in Italia, secondo i dati del report, vi è il maggior numero di aree in Europa esposte a particolato, biossido di azoto ed ozono. Non aiuta neanche la grande esposizione alle ondate di calore in simultanea alla presenza dei problemi di smog riscontrati nelle aree con reddito pro-capite inferiore alla media europea.

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *