NewsAmbienteRinnovabili

AMBIENTE&SOSTENIBILITA’: AL VIA CON IL CLIMA TOUR

    Provincia di Bolzano, dalla Giunta: Clima Tour, progetto per una rete a livello provinciale

     

    Creare una rete a Bolzano e in tutta la Provincia per presentare al meglio l’eccellenza altoatesina in tema di sostenibilità: una sorta di Clima Tour su cui puntare sia a livello economico, che a livello turistico. La bozza del progetto è stata discussa in Giunta provinciale, e il presidente Durnwalder la definisce “una grande possibilità per migliorare e promuovere l’immagine dell’Alto Adige”.

    Dall’idroelettrico al fotovoltaico, dal solare alla biomassabiomassa
    In generale si identifica con biomassa tutto ciò che ha matrice organica ad eccezione delle plastiche e dei materiali fossili. Come indicato nel decreto legislativo del 29 Dicembre 2003 n. 387, per biomassa si intende ” la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonchè la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani “. Ciò che accomuna le diverse tipologie di biomassa è la presenza di carbonio che mette a disposizione un elevato potere calorifico eventualmente sfruttabile per fini energetici.
    , dai progetti CasaClima all’idrogenoidrogeno
    Primo elemento della tavola periodica, presente sulla Terra in forma combinata, soprattutto nell’acqua e nei composti organici. Esso è costituito da 3 isotopi: prozio (cioè l’idrogeno propriamente detto) per più del 99.9 %, il deuterio e il trizio. La forma molecolare dell’idrogeno (H2) dà origine ad un gas inodore, incolore, altamente infiammabile e molto più leggero dell’aria (ecco perché lo si trova in bassissime concentrazioni in atmosfera).
    . La Provincia di Bolzano sta cercando di profilarsi sempre più come vero e proprio “Klimaland”, una terra dove si riesce a far convivere economia e tutela dell’ambientetutela dell’ambiente
    Insieme di misure legali volte alla protezione dell’ambiente naturale da fenomeni di inquinamento o supersfruttamento. Le crescenti preoccupazioni per la salvaguardia dell’ambiente, infatti, hanno portato alla formulazione di apposite leggi in diversi settori (per esempio nell’agricoltura, nell’industria, nei trasporti, nell’edilizia, ecc…) e all’elaborazione di normative di contenimento dell’impatto ambientale. Anche a livello internazionale sono state adottate diverse convenzioni per limitare le alterazioni dell’ambiente globale (surriscaldamentosurriscaldamento
    Raggiungimento di temperature critiche.
    , buco dell’ozono,ecc …) e tutelare le diversità biologiche. Ne sono un esempio le conferenze delle Nazioni Unite inaugurate nel 1972 a Stoccolma e culminate nel Vertice mondiale su Ambiente e sviluppo di Rio de Janeiro del 1992 (vedi UNCED e Agenda 21).
    , turismo e cura del paesaggio. Questa vocazione alla sostenibilità, secondo la Giunta provinciale, può essere concretamente tradotta anche in nuove opportunità economiche e turistiche. “Possiamo sfruttare l’eccellenza altoatesina in questo settore – ha sottolineato il presidente Luis Durnwalder – l’idea è quella di collegare e mettere in rete un vero e proprio Clima Tour, un percorso articolato su diverse tappe per dare ad aziende e normali visitatori un esempio concreto di ciò che si riesce a fare in Alto Adige. Potrebbe essere un modello da esportare anche al di fuori dei confini”.

    Durnwalder ha parlato di “almeno 20-30 edifici potenzialmente interessanti nella sola città di Bolzano: da aziende private come la Technoalpin e la Salewa a strutture pubbliche come l’Ecocenter, la Fiera o il TIS. E poi centrali idroelettriche, edifici CasaClima: insomma, tutto ciò che ha a che fare con l’ambiente e il paesaggio. Il primo obiettivo – ha proseguito il presidente Durnwalder – è quello di creare un percorso cittadino riguardante il capoluogo, e per questo motivo apriremo una discussione con l’amministrazione comunale, il secondo obiettivo è invece quello di dare vita ad una vera e propria rete provinciale. Si potrebbero offrire ad aziende e turisti dei pacchetti di visite guidate alla scoperta della biomassa, del fotovoltaico o del solare, tutti ambiti nei quali la nostra Provincia è all’avanguardia a livello italiano ed europeo”.

    La discussione sull’argomento è ancora in fase embrionale, ma una volta che il progetto diventerà più concreto sarà incaricato un esperto del settore che avrà il compito di elaborare una proposta di massima da sottoporre all’attenzione della Giunta provinciale.

     

    Fonte: Provincia di Bolzano, 07/02/2012

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button