NewsAmbienteCambiamenti ClimaticiStakeholder energiaGse

ASTE CO2: IL GSE COLLOCA SULLA PIATTAFORMA EUROPEA 2 MILIONI DI QUOTE DI EMISSIONE

    Roma, 15 novembre 2012 – Si è chiusa oggi la prima settimana di aste “primarie” di quote CO2 organizzate sulla Piattaforma d’Asta Comune transitoria (T-CAP). L’obiettivo è rendere accessibili agli operatori quote valevoli nell’ambito del sistema europeo per il controllo dei gas ad effetto serraeffetto serra
    Fenomeno fisico per cui alcuni gas contenuti nell’atmosfera (anidride carbonica, vapore acqueo, metano, ecc..) intrappolano il calore proveniente dal sole facendo in modo che la temperatura media sulla Terra permetta la vita delle varie specie. Il meccanismo è simile a quello che avviene in una serra, da cui il nome. Tuttavia l’aumento e, dunque, la situazione di squilibrio della concentrazione di tali gas è causa di un eccessivo riscaldamento della superficie del pianeta con conseguenze anche pesanti sugli ecosistemi, su scala globale.
    (EU ETS) per il periodo 2013-2020.

    Il Gestore dei Servizi Energetici assolve al compito di responsabile del collocamento delle quote di emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    italiane e ha incassato per conto dello Stato italiano, durante questa prima settimana di attività, 16.247.910 euro, collocando all’asta oltre 2 milioni di quote ad un prezzo che si è attestato tra 8,49 e 7,30 euro.

    La piattaforma comune gestita dalla tedesca European Energy Exchange (EEX),  inaugurata il 13 novembre scorso, sarà operativa ogni martedì e giovedì e collocherà sul mercato 120 milioni di quote di emissione di 25 Stati Membri dell’UE. Oltre l’Italia hanno attualmente operato sulla piattaforma, con poco più di 8 milioni di quote, solo i responsabili del collocamento di altri 10 Stati membri (Austria, Bulgaria, Finlandia, Francia, Lettonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia).

    Le aste sulla piattaforma si aggiungono a quelle in corso sulle piattaforme nazionali tedesca e britannica, che dalla primavera scorsa stanno collocando sul mercato 300 milioni di quote della riserva nuovi entranti (NER300).

    Si ricorda che gli operatori nazionali possono partecipare alle aste su tutte le piattaforme.

    Il GSE ha predisposto, a beneficio degli operatori, un “calendario consolidato delle aste primarie di quote di emissione” , disponibile sul sito www.gse.it nella sezione Gas, CO2 e Servizi Energetici>Aste CO2, con date, orari, volumi di quote e tipologia di prodotto offerti relative alle aste su tutte le piattaforme attive:

    • piattaforma europea comune transitoria (T-CAP)
    • piattaforma tedesca transitoria EEX (Link
    • piattaforma britannica ICE (Link)
    • piattaforme per l’allocazione delle quote della riserva nuovi entranti gestite da EEX (Link) e ICE (Link).

    Fonte: GSE

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button