NewsAmbienteGreen EconomyMobilitàMobilità SostenibileRinnovabiliBiocombustibili

AUDI: produce carburante sintetico, e-Diesel

    Impianto di ricerca a Dresda produce il primo quantitativo di Audi e diesel

    Impianto di ricerca a Dresda produce il primo quantitativo di Audi e‑diesel

    • Efficacia comprovata: impianto pilota produce gasoliogasolio
      Prodotto derivante dalla distillazione del petrolio greggio. Viene utilizzato soprattutto per alimentare motori Diesel oppure negli impianti di riscaldamento civile. Nei motori Diesel, detti anche ad accensione spontanea, il gasolio viene iniettato nel cilindro dove trova aria molto compressa (anche 40 volte la pressione ambiante). Per poter essere impiegato nei motori il gasolio deve avere determinate caratteristiche, per esempio una buona capacità di accensione (soprattutto alla basse temperature) e un opportuno potere lubrificante.
      di grande pregio
    • Indipendente dal petroliopetrolio
      Combustibile di colore da bruno chiaro a nero, costituito essenzialmente da una miscela di idrocarburi. Si è formato per azioni chimiche, fisiche e microbiologiche da resti di microorganismi (alghe, plancton, batteri) che vivevano in ambiente marino addirittura prima della comparsa dei dinosauri sulla terra. I principali composti costituenti del petrolio appartengono alle classi delle paraffine, dei nafteni e degli aromatici, che sono composti organici formati da carbonio e idrogeno e le cui molecole sono disposte secondo legami di varia natura.
      : e‑diesel ricavato da acqua, CO
      2 e corrente ecologica
    • Ministra Wanka: “Il gasolio sintetico basato sul CO2 è un grande successo”

    Audi ha compiuto un ulteriore grande passo avanti in materia di sviluppo di nuovi carburanticarburanti
    Sostanze solide, liquide o gassose, di origine naturale o derivanti da processi industriali, contenenti carbonio e idrogeno, che, se bruciate, sviluppano calore in base al loro “contenuto energetico” (potere calorifico).
    CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

     neutrali: un impianto pilota a Dresda ha avviato la produzione del carburante sintetico Audi e‑diesel.

    È durata soltanto quattro mesi la fase di messa in esercizio – da alcuni giorni l’impianto di ricerca a Dresda produce i primi quantitativi di pregiato gasolio. Per attestarne l’idoneità all’impiego pratico, la Prof. Dr. Johanna Wanka, ministro federale dell’Istruzione e della Ricerca, martedì ha versato i primi cinque litri nella propria auto di servizio, un’Audi A8 3.0 TDI clean diesel quattro. “Il gasolio sintetico basato sul CO2 è un grande successo della nostra ricerca sulla sostenibilità. Se riusciremo a utilizzare diffusamente il CO2 come materia prima, offriremo un contributo determinante alla tutela del clima e all’utilizzo efficiente delle risorse e getteremo le basi per una green economy“, sostiene Wanka.

    La sunfire, azienda di tecnologie energetiche di Dresda, è partner di progetto di Audi nonché gestore dell’impianto. L’impianto funziona secondo il principio Power‑to‑Liquid (PtL) e si avvale di corrente verde per produrre una fonte energetica liquida. Le uniche materie prime di cui necessita sono acqua e biossido di carboniocarbonio
    Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell’atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
    . Il CO2 in uso è attualmente fornito da un impianto di biogasbiogas
    Miscela di gas prodotti in seguito ad un processo di digestione anaerobica di materiale organico di origine vegetale e animale. Alcuni batteri provvedono a decomporre il materiale organico, in ambiente privo di ossigeno, producendo una miscela gassosa formata da metano (50÷70%), anidride carbonica (35÷40%) e tracce di altri gas. Le materie prime utilizzabili sono residui agricoli, zootecnici dell’industria agro-alimentare, acque e fanghi reflui.
    . Prossimamente, inoltre, parte del CO2 verrà ricavato dall’aria circostante mediante Direct‑Air‑Capturing, una tecnologia di Climeworks, partner Audi di Zurigo.

    Per Reiner Mangold, direttore dello Sviluppo di prodotti sostenibili presso Audi, Audi e‑diesel e i carburanti Audi e‑fuel in generale rappresentano un’integrazione importante per l’elettromobilità: “Con Audi e‑diesel riproponiamo un carburante ricavato dal CO2 per una mobilità su lunghe percorrenza quasi a impatto zero sul clima. L’utilizzo del CO2 come materia prima non è soltanto una possibilità per l’industria automobilistica tedesca, ma si può trasferire ad altri settori e Paesi“.

    La produzione dell’Audi e‑diesel avviene a tappe: in un primo momento un’elettrolisielettrolisi
    È un processo che utilizza energia elettrica per rompere i legami chmici delle molecole facendo avvenire una reazione che, in natura, non avverrebbe spontaneamente. Le sostanze sottoposte ad idrolisi vengono scomposte nei loro elementi costitutivi. L’etimolgia della parola deriva dal greco e significa “rottura con l’elettricità”.
    ad alta temperatura scompone in idrogenoidrogeno
    Primo elemento della tavola periodica, presente sulla Terra in forma combinata, soprattutto nell’acqua e nei composti organici. Esso è costituito da 3 isotopi: prozio (cioè l’idrogeno propriamente detto) per più del 99.9 %, il deuterio e il trizio. La forma molecolare dell’idrogeno (H2) dà origine ad un gas inodore, incolore, altamente infiammabile e molto più leggero dell’aria (ecco perché lo si trova in bassissime concentrazioni in atmosfera).
    e ossigeno l’acqua riscaldata trasformatasi in vapore. Questo processo, nel quale la temperatura è superiore a 800 gradi Celsius, è più efficiente delle tecniche tradizionali anche grazie al recupero di calore. Un’ulteriore peculiarità dell’elettrolisi ad alta temperatura: può essere gestita in modo dinamico e stabilizzare così le reti elettriche in caso di picchi di corrente ecologica.

    In due ulteriori fasi lavorative l’idrogeno reagisce con il CO2  all’interno di reattori di sintesi, ancora una volta sotto l’effetto di pressione e temperatura. Il risultato è un fluido costituito da idrocarburiidrocarburi
    Composti chimici formati da carbonio e idrogeno che costituiscono il petrolio e il gas naturale. Esistono diverse classificazioni degli idrocarburi a seconda dei legami chimici presenti nelle molecole.
    con legami a catena lunga: il cosiddetto Blue Crude
    . Con quasi il 70 percento, il grado di efficacia dell’intero processo – dall’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    rinnovabile fino agli idrocarburi liquidi
    – è molto elevato. In modo analogo all’olio grezzo fossile, il Blue Crude può essere affinato nel corso di un processo in raffineria, fino a diventare il prodotto finale  Audi e‑diesel. Questo carburante sintetico è privo di zolfo e sostanze aromatiche e il suo elevato numero di cetano lo rende molto infiammabile. Come emerso nel corso di test di laboratorio svolti da Audi, si presta come additivoadditivo
    Sostanza che in piccole quantità viene aggiunta al combustibile allo scopo di migliorarne le prestazioni. Sostanze aggiunte in quantità elevata, normalmente superiore all’1%, sono dette componenti.
    per il diesel fossile o
    , con buone probabilità, anche come carburante unico.

    Il Ministero Federale per la formazione e la ricerca sostiene il progetto della sunfire, avviato nel maggio 2012. Nel luglio 2013 è stata posata la prima pietra dello stabilimento di Dresda‑Reich e il 14 novembre 2014 lo stabilimento è entrato in funzione. Nei mesi a venire, l’impianto produrrà oltre 3’000 litri di Audi e‑diesel. Nel settore automobilistico Audi è partner esclusivo di sunfire.

    Oltre alla collaborazione con sunfire, Audi è attiva già dal 2009 nello sviluppo di carburanti CO2 neutrali: i carburanti Audi e‑fuel. L’impianto Audi e‑gas nella località di Werlte (Bassa Sassonia) produce in modo analogo Audi e‑gas (metanometano
    Idrocarburo che rappresenta il costituente principale del gas naturale.
    sintetico)
    . In collaborazione con l’azienda francese Global Bioenergies, Audi studia la produzione di benzina sintetica Audi. In un altro progetto, Audi collabora con la società US Joule, che produce i carburanti sintetici Audi e-diesel e Audi e‑etanoloetanolo
    Termine che indica l’alcol. Esso viene prodotto a partire dalla fermentazione di zuccheri.
    con l’ausilio di microorganismimicroorganismi
    Organismi viventi visibili solo al microscopio che intervengono nella decomposizione delle sostanze organiche per trasformarle in composti inorganici utili per le piente o il terreno.

    Grafik-Audi-e-Diesel_462x327

    Per la produzione di Audi e-diesel sono necessari diversi processi con reazioni chimiche.
     
    Fonte: Audi-Svizzera

     

     

     

    Se vuoi approfondire…

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button