NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteStakeholder energiaUnione Nazionale ConsumatoriAeegsi

AUTORITA’ ENERGIA: ALLE DENUNCE SEGUANO I FATTI

    Dalla liberalizzazione del mercato dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    i consumatori hanno ottenuto ben pochi vantaggi
    ”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando la relazione annuale dell’Autorità per l’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    e il gas presentata questa mattina dal presidente Pietro Bordoni.

    “E’ indispensabile ampliare la concorrenza  andando verso un mercato europeo dell’energia – afferma Dona – in modo che anche i consumatori possano usufruire delle opportunità offerte dal mercato liberomercato libero
    Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
    . Inoltre, l’Autorità deve definire precise regole di trasparenza che permettano ai consumatori di scegliere consapevolmente, magari stabilendo che le offerte di vendita sul mercato libero per i clienti domestici siano facilmente comparabili tra loro, così come si appresta a decidere il Regolatore inglese”. La stessa Autorità ha denunciato che i prezzi dell’energia pagati dalle famiglie sul Mercato Libero sono più alti dei Prezzi di Riferimento fissati dall’Autorità per il Mercato Tutelato .

    “E’ estremamente preoccupante – aggiunge Paolo Landi, presidente della Fondazione Consumo Sostenibile – l’aumento della morosità fra i clienti domestici a causa della crisi che ha colpito numerose famiglie (secondo l’Autorità, infatti, a causa della crisi la morosità dei clienti domestici è passata dal 10 al 19% nell’ultimo anno). Alla  denuncia del Presidente Bortoni, però, deve far seguito un preciso intervento  per evitare il distacco di servizi indispensabili, insieme alla correzione del Bonus Sociale in senso solidaristico, così da ampliarne l’importo e la platea degli aventi diritto”.

    Infine, l’Autorità ha espresso una forte sollecitazione a considerare come il costo degli incentivi per le fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    , ed in particolare per fotovoltaico, stia diventando insostenibile per le bollette elettriche delle famiglie e delle imprese. “Ormai le innovazioni tecnologiche hanno ridotto notevolmente i costi delle fonti rinnovabili da non giustificare più gli incentivi pubblici”, ha commentato Massimiliano Dona, riprendendo l’opinione espressa dal Commissario per l’Energia della Commissione Europea, in occasione della recente Assemblea del CEER (Associazione dei Regolatori Europei).

    Fonte: UNC, 28/06/2012

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button