NewsAmbienteGreen EconomyEfficienza & RisparmioElettrodomesticiRisparmio EnergeticoSostenibilità

Avere il “Pollice Verde” non significa essere amanti e rispettosi dell’ambiente, bisognerebbe fare “Giardinaggio Sostenibile”

    A Torino, il giardinaggio diventa sostenibile

    Expocasa Green
    prima edizione della fiera dedicata all’outdoor 
    Lingotto Fiere – dal 12 al 15 marzo.

    Dal soggiorno al giardino il passo è breve. Si riduce sempre più la distanza tra gli ambienti interni e quelli esterni di una casa. Così ha fatto Expocasa di Torino: dalla fiera dedicata al mondo dell’arredo e alle soluzioni per la casa nasce quest’anno Expocasa Green che guarda all’outdoor e al vivere sostenibile.

    Expocasa Green

    Neumann Italia, azienda del omonimo gruppo tedesco, ha scelto Expocasa Green per presentare la propria gamma di elettrodomestici da giardino:Mission“.

    «Il giardino, grande o piccolo che sia, viene sempre più considerato come un’estensione natale della propria abitazione. Alla cura del giardino vengono riportati anche tutti gli accorgimenti che mettiamo nella casa: dal risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
    alla facilità di manutenzione che garantisce pulizia
    », spiega
    Massimiliano Pez, general manager di Neumann Italia. «In quest’ottica non ci sono più attrezzi da giardino, ma elettrodomestici per il giardino. Non macchine ingombranti e difficili da maneggiare, ma strumenti leggeri, di semplice utilizzo e soprattutto rispettosi dell’ambiente».

    Questa nuova gamma sposa la tecnologia con l’ecologia. «È quello che chiamiamo “giardinaggio sostenibile” -continua Pez-. Un modo per accudire il verde che si contraddistingue per due peculiarità: innanzitutto è un giardinaggio che tutti possono fare. In secondo luogo, è un giardinaggio green, ovvero rispettoso dell’ambiente».

    «Si fanno campagne per fermare le auto più inquinanti -prosegue Pez-, ma non si pensa che, per esempio, a parità di tempo di funzionamento, le emissioni nocive di un rasaerba equivalgono a quelle di ben 11 automobili Euro1».

    Secondo uno studio dell’Environmental Protection Agency in una stagione d’uso, un singolo rasaerba a motore a scoppio emette 192 grammi di idrocarburiidrocarburi
    Composti chimici formati da carbonio e idrogeno che costituiscono il petrolio e il gas naturale. Esistono diverse classificazioni degli idrocarburi a seconda dei legami chimici presenti nelle molecole.
    incomposti
    , ovvero particelle capaci di raggiungere gli alveoli polmonari con azione cancerogena; 1,5 grammi di ossido di azotoazoto
    Elemento chimico costituente il 78% dell’aria in volume. L’uso commerciale più diffuso dell’azoto è nella produzione di ammoniaca, sostanza costituente dei fertilizzanti. L’azoto liquido è impiegato anche come refrigerante per il trasporto di alimenti.
    e 1,5 chili di biossido di carboniocarbonio
    Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell’atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    ) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante., sostanza che è tra i principali responsabili dell’effetto serraeffetto serra
    Fenomeno fisico per cui alcuni gas contenuti nell’atmosfera (anidride carbonica, vapore acqueo, metano, ecc..) intrappolano il calore proveniente dal sole facendo in modo che la temperatura media sulla Terra permetta la vita delle varie specie. Il meccanismo è simile a quello che avviene in una serra, da cui il nome. Tuttavia l’aumento e, dunque, la situazione di squilibrio della concentrazione di tali gas è causa di un eccessivo riscaldamento della superficie del pianeta con conseguenze anche pesanti sugli ecosistemi, su scala globale.
    e dei mutamenti climatici
    .

    La gamma Mission è interamente funzionante a batteria ed è ad emissioni zero. «Dai soffiatori ai rifila bordi e alle elettroseghe per arrivare ai robot rasaerba: tutti funzionano con una batteria agli ioni di litio che muove un motore da 40V, garantendo un’autonomia fino a 90 minuti e una maggiore durata – aggiunge Pez -. Inoltre, MiniMission, l’ultimo nato in casa Neumann, è un robot tagliaerba che a questi elementi aggiunge risparmio idrico e riduzione dell’uso di concimi o diserbanti: l’erba finemente tagliata che rimane sul prato trattiene l’umidità del terreno e diventa un concime naturale».

    Robot tagliaerba: MiniMission

    Fonte: Neumann Italia

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button