NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteStakeholder energiaA2a

BEI e A2A hanno sottoscritto un contratto di finanziamento per 200 milioni di Euro


    Milano, 4 agosto 2010
    – La Banca europea per gli investimenti (BEI) e A2A hanno sottoscritto oggi a Milano un contratto di finanziamento da 200 milioni di euro per la realizzazione dei progetti della rete di distribuzionedistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    della multiutility lombarda.
     

    Nel dettaglio, il programma di investimenti del Gruppo A2A per il quinquennio 2010-2014 prevede, in particolare nelle aree urbane di Milano e Brescia, interventi sulla rete di distribuzione del gas e dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    , per un ammontare superiore a 400 milioni di euro.
     

    Per la BEI il progetto è in linea con i criteri di finanziamento nel settore dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , in quanto aumenterà la qualità e l’affidabilità delle reti di distribuzione del gas e dell’energia elettrica.
     

    Il progetto contribuirà quindi alla sicurezza e alla diversificazione dell’approvvigionamentoapprovvigionamento
    Insieme di attività finalizzate al reperimento dei quantitativi materie prime necessarie allo svolgimento delle attività economico-produttive di un Paese consumatore.
    energetico nelle aree metropolitane oggetto degli interventi.
     

    L’operazione consente ad A2A di allungare la durata media del debito e di diversificare le proprie fonti di finanziamento e si inserisce in una tradizione di buoni rapporti tra la banca dell’Unione europea e la multiutility.

    Comunicato stampa A2A del 04/08/2010

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button