NewsMobilitàRinnovabiliBiocarburanteBiocombustibiliBiogas

Biometano: Il pieno dell’auto con l’acqua?

    Sta per nascere a Milano il primo distributoredistributore
    Soggetto proprietario e responsabile della rete di distribuzione locale (di elettricità o di gas) a cui sono allacciati direttamente gli utenti finali.
    italiano di metanometano
    Idrocarburo che rappresenta il costituente principale del gas naturale.
    a km 0 dal quale sarà presto possibile fare rifornimento con il gas prodotto dai reflui fognari della città metropolitana.

    Biometano, il pieno dell'auto con l'acquaFare il pieno con l’acqua non è dunque più un sogno grazie agli sforzi di innovazione di Gruppo CAP. Lo scorso 30 settembre, durante la presentazione del Bilancio di Sostenibilità e del Bilancio ambientaleBilancio ambientale
    Documento in cui vengono riportate le interrelazioni tra le attività di un’ impresa e l’ambiente. Viene generalmente sintetizzato con parametri quantitativi sull’impatto ambientale di determinate attività produttive e sull’impegno economico dell’impresa nell’ambito della tutela ambientale. Se tale documento comprende anche una parte descrittiva sugli aspetti qualitativi dell’impegno ambientale dell’azienda viene chiamato Rapporto ambientale.
    dell’utilityutility
    Azienda che si occupa della forniutura di beni o servizi di pubblica utilità come ad esempio energia elettrica, gas e acqua.
    milanese, se n’è avuta prova. Un’autovettura a metano, grazie alla collaborazione tecnologica di FCA, è stata alimentata con il carburante prodotto dai reflui fognari trattati nel depuratoredepuratore
    Impianto adibito al trattamento delle acque di scarico derivanti da impianti fognari o industriali per ridurre la concentrazione di elementi inquinanti, adeguando lo scarico ai parametri stabiliti da normative specifiche.
    di Niguarda-Bresso
    .

    L’azienda che gestisce acquedotto, fognatura e depurazione nella Città Metropolitana di Milano, ha infatti spinto l’acceleratore sull’economia circolareeconomia circolare
    Modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Si tratta di un sistema opposto a quello definito “lineare”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto.
    e sta trasformando i principali dei suoi circa 60 depuratori in bioraffinerie in grado di produrre ricchezza dalle acque di scarto.

    Biometano, fertilizzanti, energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    sono già realtà e presto sarà possibile estrarre nutrienti come fosforofosforo
    Minerale presente in alcune rocce ed anche nel corpo umano come elemento strutturale di ossa, denti e cellule. In natura non si trova mai come elemento libero a causa della sua alta reattività. L’uso industriale del fosforo è rappresentato principalmente dalla produzione di fertilizzanti.
    e azotoazoto
    Elemento chimico costituente il 78% dell’aria in volume. L’uso commerciale più diffuso dell’azoto è nella produzione di ammoniaca, sostanza costituente dei fertilizzanti. L’azoto liquido è impiegato anche come refrigerante per il trasporto di alimenti.
    . Presso il depuratore di Cassano D’Adda è stata avviata una produzione sperimentale di fertilizzante, mentre dal sito a nord di Milano le acque convogliate al depuratore permetteranno di far viaggiare centinaia di automobili.

    In base agli studi dei tecnici CAP, si stima infatti che il solo depuratore di Bresso potrebbe arrivare a sviluppare una produzione annua di biometano di 341.640 kg, sufficienti ad alimentare 416 veicoli per 20 mila km all’anno: 8.320.000 km percorribili complessivi, equivalenti a oltre 200 volte la circonferenza della Terra. Significativi anche i risparmi grazie al costo di produzione di 0,58 €/kg, sensibilmente inferiore ai circa 0,9 €/kg a cui il metano è oggi acquistabile sul mercato. Grazie a questo immenso potenziale energetico, disponibile ma attualmente non sfruttato, il depuratore di Niguarda-Bresso potrebbe comodamente alimentare da solo l’intero parco auto aziendale CAP, permettendo di conseguire al contempo un importante contenimento dei costi oggi sostenuti per l’acquisto di carburante.

    Puntare sulla sostenibilità per una grande azienda pubblica come CAP significa prima di tutto innovare, sperimentare e progettare il futuro delle nostre città. Un futuro in cui l’acqua e l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    saranno sempre più preziose
    – racconta Alessandro Russo, Presidente di Gruppo CAP –. Trasformare i depuratori in bioraffinerie in cui dall’acqua sporca nascono nuovi prodotti, riaprire i canali e le rogge costruiti nel medioevo per ridurre l’impatto delle bombe d’acqua, mettere in campo le tecnologie più avveniristiche per il controllo dell’acqua potabile e della falda, sono tutte tessere del mosaico di sostenibilità che CAP sta componendo con la grande collaborazione delle istituzioni e degli stakeholder. Questa bellissima giornata in cui tutti insieme presentiamo il frutto di questo lavoro appassionante ci riempie di orgoglio.

    ENEA, Fondazione Triulza, Kyoto Club, FCA, Agenzia Contrasto sono stati i protagonisti insieme a numerosi stakeholder del dialogo su Acqua e Metropoli che Gruppo CAP ha lanciato insieme a LifeGate, per raccontare il bilancio di sostenibilità e il bilancio ambientale 2015, quest’ultimo una novità che ha pochissimi esempi in Italia.

     “Siamo lieti di ospitare questa iniziativa di Gruppo CAP – dichiara Enea Roveda CEO di LifeGate – e promuovere questa partnership tecnologica che rappresenta una concreta traduzione dei principi dell’economia circolare e della mobilità sostenibile a tutto vantaggio delle persone, valori da sempre sostenuti attivamente da LifeGate.”

    “Il premio Top Utility sulla sostenibilità più che un traguardo è stato per noi un trampolino di lancio per fare ancora meglio – spiega Michele Falcone, direttore generale di CAP -. Abbiamo lanciato CAP21, una cornice che racchiude i grandi progetti di sostenibilità, e i numeri della nostra rendicontazione parlano chiaro. In campo ci sono più di 455 milioni di euro in investimenti che spaziano dall’efficientamento dei depuratori, al potenziamentopotenziamento
    Operazioni grazie a cui è possibile aumentare la potenza di un impianto, migliorandone allo stesso tempo il rendimento.
    di acquedotti e reti fognarie, con risparmi ambientali significativi e risultati importanti in termini di tutela della qualità dell’acqua, difesa della biodiversità e riduzione della CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    immessa in atmosferaatmosfera
    Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
    .”

    Fonte: Gruppo CAP

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button