NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteStakeholder energiaCodiciElettricità

Bollette: CODICI denuncia truffa da 1 miliardo su extraprofitti dispacciamento

    CODICI: vogliamo subito i nomi delle aziende che hanno sbilanciato, chiederemo l’accesso agli atti

    Bollette Elettriche: CODICI, truffa da 1 miliardo, extraprofitti dispacciaentoL’Autorità per l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    nella delibera 99/2017/E/eel e seguenti, (al punto 39) ha precisato che: “le evidenze emerse nell’ambito dell’istruttoria mostrano che, nel periodo di osservazione, la Società è incorsa in sbilanciamenti significativi, che in alcuni mesi consecutivi e in alcune zone hanno superato ampiamente il 10000% rispetto all’energia effettivamente prelevata a consuntivo. Inoltre, la condottacondotta
    Rete di tubazioni adibite al trasporto di combustibili (gas e petrolio) dai luoghi di produzione ai luoghi di stoccaggio, di imbarco, di trattamento e di consumo.
    risulta anche reiterata per gran parte del periodo sotto osservazione
    “.

    L’Autorità per l’energia è l’unica Autorità che non pubblica i nomi dei responsabili che hanno lucrato indebitamente.

    CODICI vuole i nomi delle società oggetto di questi provvedimenti ed incorsi in sbilanciamenti significativi.

    Capiamo che i componenti del Collegio prossimi alla fine del mandato, non possano o non vogliano esporsi inimicandosi le aziende, ma ricordiamo che l’Autorità ha come fine principale quello di tutelare i consumatori e di fare in modo che ricevano un risarcimento qualora siano stati fatti dei profitti extra a loro spese.

    Questa opacità sui nomi delle aziende responsabili sta ulteriormente distorcendo il mercato del dispacciamentodispacciamento
    Energia elettrica:
    Attività di gestione, istante per istante, dei flussi di energia elettrica consumata e dei flussi di energia elettrica prodotta in modo da garantire un costante equilibrio tra domanda e offerta. L’energia elettrica, infatti, è un bene che non si può immagazzinare, quindi a fronte di una richiesta deve esserci necessariamente un punto di produzione in tempo reale. Queste operazioni, molto complesse, sono svolte da Terna.
    Gas naturale:
    Attività di gestione del sistema di trasporto e distribuzione del gas per rendere disponibile, in qualsiasi momento e in ogni punto della rete, la quantità di gas richiesta.
    , perché: le banche nel dubbio, non conoscendo i nomi di chi ha sbilanciato alias sottratto denaro agli utenti indebitamente, hanno chiuso letteralmente i rubinetti del credito e questo determina che, chi ha le spalle coperte può stare sul mercato e fare tradingtrading
    Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
    , quindi le aziende mediamente grandi, i piccoli invece in questo modo si vedono automaticamente esclusi.

    La trasparenza è l’unica strada percorribile per tutti e CODICI continuerà a pretenderla, chiedendo di accedere agli atti.

    Fonte: CODICI

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button