NewsEnergia & MercatoMercato & BolletteFossiliGasStakeholder energiaSostariffe.it

Bollette gas invernale: perché conviene cambiare fornitore a settembre e risparmiare

    Bollette gas invernale: perché conviene cambiare fornitore a settembre e risparmiare

    Arriva il freddo e di conseguenza i consumi energetici crescono, facendo lievitare le bollette. Settembre è però il mese in cui abbiamo un’ultima opportunità per garantirci un prezzo più basso di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    e gas per il prossimo inverno
    .

    In effetti, ad ottobre scatterà il quarto e ultimo aggiornamento dell’anno dell’Autorità per l’energia per i prezzi di riferimento della luce e il gas. Non sappiamo quale sarà la decisione che prenderà l’AEEGSI, ma storicamente ad autunno si verifica un aumento dei prezzi. In effetti, ricordiamo che nell’ultimo aggiornamento del 2014, quello di ottobre, il prezzo di riferimentoprezzo di riferimento
    Il prezzo del gas applicato dalle società di vendita agli utenti che non hanno ancora scelto un contratto diverso da quello in corso prima della liberalizzazione. È composto da una quota fissa e da una quota variabile.
    per la materia prima del gas è salito del 5,4% e quello dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    dell’1,7%.

    Prima che finisca il mese di settembre, dunque, è possibile approfittare della maggior convenienza delle tariffe ed evitare il salasso. Anche perché in questo momento i prezzi sono ai minimi dell’anno, dato che l’AEEGSI durante tutto il 2015 ha portato avanti una riforma importante dei prezzi, tagliandoli sempre e in tutti gli aggiornamenti. Per la precisione, ricordiamo tutte le decisioni prese quest’anno dall’Autorità:

    Ecco perché cambiare fornitore luce e gas a settembre potrebbe evitare l’eventuale rincaro che possibilmente sarà deciso a ottobre, e consentirebbe un risparmio notevole in bolletta perché i prezzi attuali sono al minimo.

     

    Quanto si può risparmiare e a chi conviene?

    Salvadanaio

    Cambiare fornitore a settembre è vantaggioso per tutti, e non solo per i clienti in maggior tutela che saranno i primi colpiti da un eventuale aumento dei prezzi. Anche chi è adesso nel mercato liberomercato libero
    Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
    , con una tariffa però attivata qualche anno fa, potrebbe trovare un beneficio nel cambiare fornitore, poiché sicuramente i prezzi attuali saranno più bassi rispetto a quelli contrattati nel passato.

    Sul mercato libero c’è attualmente un’offerta molto vasta, con proposte commerciali che consentono risparmi nell’ordine del 12 – 14% all’anno per una famiglia di tre persone.

    Per scegliere i fornitori più vantaggiosi e adatti al proprio profilo, consigliamo di servirsi del comparatore gratuito e indipendente di SosTariffe.it per l’energia e il gas reperibile a quest’indirizzo.

    Fonte: SosTariffe.it

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button