NewsAmbienteCattura E Sequestro Co2FossiliStakeholder energiaOrizzontenergia.it

Carbon tax ed Emission Trading System – Come agiranno Cina, Stati Uniti e India?

    2013-2020: i piani per i sistemi di scambioscambio
    Scambio tra energia elettrica immessa ed energia elettrica prelevata, nel caso in cui l’immissione e il prelievo avvengono in momenti differenti.
    delle emissioni di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    sono stati annunciati

     

    Il regime degli scambi dell’Unione Europea è il più articolato al mondo. Come agiranno Cina, Stati Uniti e India?

    Come è noto, l’Unione Europea vanta il più grande sistema di scambio delle emissioni in tutto il mondo. A sei anni dal lancio dell’ETS – Emission TradingTrading
    Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
    System – il sistema ha portato a una riduzione complessiva delle emissioni di carboniocarbonio
    Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell’atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
    e l’UE è stata elogiata per il suo impegno sul clima.

    Ambiziosa la strategia della Cina – principale emettitrice mondiale di CO2 – di ridurre le emissioni di carbonio del 40-45% entro il 2020.

    Indecisione invece degli Stati Uniti. Nonostante siano il secondo più grande emettitore di CO2 nel mondo, gli Stati Uniti non hanno ancora delineato una politica nazionale sulla carbon taxcarbon tax
    Come dice la parola stessa è una tassa sulle emissioni di CO2 causate dalla combustione di fossili, nata per far ricadere gli oneri ambientali e finanziari derivanti dall’immissione di gas serra in atmosfera ai soggetti responsabili.
    , anzi, un disegno di legge per introdurre un tetto alle emissioni di carbonio è stato addirittura abbandonato un anno fa dai Democratici.

    L’India invece, a partire dal 2014, sottoporrà le aziende del Paese che inquinano maggiormente, 563 tra acciaierie, cementifici e produttori di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , al sistema di trading, consentendo quindi alle aziende che consumano più energia di acquistare certificati di carbonio da quelli che ne consumano meno. Anche se ha rifiutato di accettare obiettivi giuridicamente vincolanti, l’India si è comunque impegnata a ridurre le emissioni di anidride carbonica anidride carbonica
    (CO2)

    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosferaatmosfera
    Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
    , fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).del 20-25% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2020.

    Il sistema indiano di tariffazione del carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    , paragonato a quello di altri Paesi asiatici, riflette quindi un bisogno urgente di limitare i tassi di emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    di CO2 in un paese che – con quattro volte la popolazione degli Stati Uniti, con un’economia in crescita dell’8-9% l’anno, e con una domanda di energia in costante aumento – è oggi il terzo emettitore al mondo.

     

    Orizzontenergia.com, 11/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button