NewsAmbienteStakeholder energiaAduc

Caso Ilva. Qualche domanda a Vendola

    Sulla vicenda dell’Ilva, l’acciaieria di Taranto, qualche domanda ci corre l’obbligo di farla a Niki Vendola, presidente della Regione Puglia da 7 anni.

    Sicuramente il presidente Vendola sapra’ che Taranto e’ un capoluogo di provincia situato nella Puglia e che la Regione ha rilevanti competenze per il controllo e le prescrizioni ambientali, attraverso l’Arpa, l’Agenzia regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambiente.

    Dunque, cosa ha fatto il presidente Vendola, presidente del SEL (Sinistra, Ecologia, Liberta’) in questi 7 anni per affrontare e risolvere il problema dell’inquinamento dell’acciaieria Ilva? Perche’ mai devono intervenire i magistrati e il NOE (NucleoNucleo
    È il “cuore” dell’atomoatomo
    È il costituente fondamentale della materia, che ne conserva le caratteristiche chimiche e fisiche. Più atomi si legano tra loro per formare aggregati più complessi, ovvero le molecole. L’atomo è costituito da un nucleo, contenente cariche positive e cariche neutre, dove si concentra quasi tutta la sua massa. Tale nucleo, che costituisce il “cuore” dell’atomo è circondato da una nube di elettroni (cariche negative) distribuiti a strati. Le forze che legano gli atomi sono di natura elettrica.
    , la parte dove si concentra la quasi totalità della massa. Il nucleo è costituito da protoni (particelle dotate di carica positiva) e neutroni (particelle non caricate elettricamente).
    Operativo Ecologico) dei carabinieri, quando esistono strutture regionali a cio’ dedicate?

    Quale e’ il piano di risanamento ambientale e cosa ha fatto Vendola per renderlo operativo in questi 7 anni? Insomma, affabulare (compito del presidente del SEL) va bene se e’ preceduto dal fare (compito del presidente della Regione).

    Fonte: ADUC

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button