NewsCertificati Bianchi

Certificati bianchi: Occorrono misure e strumenti che semplifichino il meccanismo

Dall'evento Fire sui Certificati Bianchi è emerso un contesto d'incertezza del meccanismo, verso cui occorre maggiore chiarezza e collaborazione.

    Sono stati numerosi gli spunti e gli elementi di dibattito emersi dalla Conferenza Fire dedicata ai Certificati Bianchi, in cui gli operatori si sono confrontati per mettere a fuoco specialmente le novità introdotte dalle nuove regole introdotte nel 2018.

    Il meccanismo dei certificati bianchi si trova attualmente senza una bussola che indichi la strada per perseguire gli obiettivi comunitari al 2030, ha affermato Dario Di Santo (Direttore FIRE), il quale ha comunque fiducia nel meccanismo dei certificati verso cui scorge segnali di apertura. I segnali sono rappresentati da elementi che siano in grado di semplificare il meccanismo in modo tale da conferire maggiore certezza all’operatore. Fondamentale risulta la collaborazioni fra i diretti interessati ed una visione chiara degli scopi dello strumento di policy.

    All’evento ha partecipato anche Daniele Novelli del GSE; dal suo intervento è emerso che il Gestore ha individuato piani d’azione per rilanciare il meccanismo dei certificati bianchi, introducendo chiarimenti operativi e guide settoriali, oltre a rilanciare il dialogo con gli operatori. Il GSE metterà a disposizione sul sito web anche delle case histories e delle best practices per consentire agli operatori di predisporre efficacemente la presentazione dei propri progetti.

    Davide Crippa, Sottosegretario allo Sviluppo Economico, ha chiarito come il PNIEC 2030 abbia previsto un potenziamento del meccanismo dei certificati bianchi, armonizzando i sistemi d’incentivazione finalizzati al raggiungimento degli obiettivi prefissati in materia. Il Sottosegretario ha inoltre anticipato la pubblicazione di guide operative del decreto, l’introduzione di misure supplementari per l’efficienza energetica nel decreto crescita e l’avvio di tavoli con MiSE, GSE e stakeholder a Maggio al fine di valutare il sistema congiuntamente.

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *