NewsAmbienteStakeholder energiaCodici

CODICI al governo: inserire l’educazione al consumo nella programmazione scolastica

    Dal Pil al Bes: grande successo per la seconda tappa del convegno dell’Associazione Codici – Centro per i Diritti del Cittadino incentrato sul comportamento del consumatore nell’economia reale.

    I due tavoli organizzati finora, “servizi” ed “economia reale”, a cui ne seguiranno altri tre, puntano al totale recepimento da parte dei consumatori degli indicatori di benessere eco-sostenibili che supportano il Pil tradizionale.

    L’educazione al consumo si costituisce come una competenza sempre più importante nella società attuale – commenta Luigi Gabriele, Responsabile Rapporti Istituzionali Codici – Per questo invitiamo anche le altre Associazioni Consumatori a presentare al Governo la proposta di inserire l’educazione al consumo nella programmazione scolastica. L’obiettivo è quello di creare consumatori sempre più consapevoli e pronti a rispondere in maniera adeguata al mercato e ai consumi”.

    Codici presenterà ai Ministeri del Tesoro, dell’Istruzione e dello Sviluppo Economico un piano di integrazione nei programmi scolastici tradizionali della materia dell’educazione al consumo. Il tutto grazie alla condivisione del know how delle Associazioni Consumatori e la partecipazione attiva di aziende e autorità di settore, “Per fare in modo che l’Italia esca dallo stato di dis-educazione che sta attualmente vivendo – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici –  il cittadino deve diventare un consumatore attento agli stimoli provenienti dal mercato, in grado di scegliere correttamente le strade da intraprendere ed in grado di difendersi dai soprusi degli operatori”.

    Fonte: Codici – Centro per i Diritti del Cittadino

    Potrebbe anche interessarti…

    News

    News

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button