NewsEfficienza & RisparmioIncentivi E Detrazioni FiscaliRiscaldamento E RaffrescamentoRisparmio EnergeticoEnergia & MercatoPolitica EnergeticaRinnovabiliBiomassaSolareSolare TermicoStakeholder energiaOrizzontenergia.itEfficienza Energetica

“Conto Energia Termico”, partirà dal 1 gennaio 2013 ?

    Dopo il V Conto EnergiaConto Energia
    Il Conto Energia è una forma di incentivazione statale a sostegno della produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.
    Entrato in vigore con il Decreto Ministeriale del 19 Febbraio 2007, consiste nell’attribuzione di una tariffa incentivante, proporzionale all’energia prodotta, in base alla tipologia di impianto (non integrato architettonicamente, parzialmente integrato, integrato). Le tariffe vengono corrisposte per un periodo di 20 anni a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto e rimangono costanti per l’intero periodo.
    , il recente programma d’incentivi per la produzione di energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    verde, il Ministero dello Sviluppo Economico è impegnato nello studio del Conto EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    Termico
    , un nuovo Decreto sulle rinnovabili termiche, che dovrebbe partire dal 1° gennaio 2013 e che stabilirà gli incentivi per la produzione di energia termicaenergia termica
    Calore.
    da fonti rinnovabilifonti rinnovabili
    Una risorsa è detta rinnovabile se, una volta utilizzata, è in grado di rigenerarsi attraverso un processo naturale in tempistiche paragonabili con le tempistiche di utilizzo da parte dell’uomo. Sono considerate quindi risorse rinnovabili:
    – il sole
    – il vento
    – l’acqua
    – la geotermia
    – le biomasse
    e per gli interventi di efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    di piccole dimensioni.

    Il Sottosegretario allo Sviluppo economico Claudio De Vincenti dichiarò alla stampa, a proposito di tale studio-decreto, che “i lavori sono in corso”. Stando ad alcune indiscrezioni, il Conto Energia Termico dovrebbe entrare in vigore dal 1° gennaio 2013 e potrebbe essere reso disponibile sia alle persone fisiche, che ai condomini, enti e soggetti titolari di reddito di impresa.

    Su un recente articolo di MF, si legge qualche dettaglio in più di come verranno distribuiti gli incentivi che ammonteranno a 8 miliardi e che verranno recuperati da una accisa sulla bolletta del gas. Verranno privilegiati gli impianti di dimensioni minori: per la biomassabiomassa
    In generale si identifica con biomassa tutto ciò che ha matrice organica ad eccezione delle plastiche e dei materiali fossili. Come indicato nel decreto legislativo del 29 Dicembre 2003 n. 387, per biomassa si intende ” la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali) e dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonchè la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani “. Ciò che accomuna le diverse tipologie di biomassa è la presenza di carbonio che mette a disposizione un elevato potere calorifico eventualmente sfruttabile per fini energetici.
    sotto i 35 kWkW
    Unità di misura della potenza equivalente a 1.000 Watt.
    termici e per il solare termico sotto i 50 metri quadrati di superficie, l’incentivo dovrebbe essere distribuito in due anni
    . Invece per gli impianti più grossi l’incentivo verrebbe essere distribuito in cinque anni. In ogni caso si tratterà di una cifra forfettaria ed un limite di potenzapotenza
    Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
    incentivabile pari a 500 kW termici, per le pompe di calore e per la biomassa, e 700 metri quadrati per il solare termico.

    Ci sarebbe inoltre una specifica attenzione al risparmio e l’efficienza energetica, che dovrebbe incentivare alcune tipologie di piccoli interventi tra cui:

    • l’isolamento di superfici opache (durata 5 anni);
    • la sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi (durata 5 anni);
    • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore a condensazione (durata 5 anni);
    • l’installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento fissi o mobili, non trasportabili, in edifici esistenti (durata 5 anni).

    Orizzontenergia.it

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button