NewsEfficienza & RisparmioElettrodomesticiRisparmio EnergeticoEnergia & MercatoEfficienza EnergeticaElettricità

CTCU – Risparmiare 90 euro in poche mosse

    Ca. 90 euro all’anno – di tanto fanno lievitare la bolletta dell’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    gli apparecchi in “standby”. Un importo che di sicuro farebbe più che comodo a tanti, visti i continui rincari con cui ci vediamo confrontati. Il Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU) spiega dove si generano i consumi “standby” e come eliminarli.

    Tanti degli elettrodomestici sono ormai diventati irrinunciabili: difficile immaginarsi la vita di ogni giorno senza bollitori d’acqua, forni a microonde etc. Ed anche in soggiorno: in quasi tutte le case troviamo almeno un televisore, poi l’impianto stereo, e la playstation o Wii o simili per i figli. Inoltre quasi tutti possediamo un computer, ovviamente collegato ad internet. Tutti questi apparecchi consumano energia, e così facendo generano dei costi. Spesso anche quando non gli stiamo nemmeno utilizzando. Si parla del cd. “consumo in standby”.

    Un tipico segno per consumo in standby sono delle spie rosse, verdi o gialle, display accesi o orologi attivi. Ma non tutti gli apparecchi svelano che stanno attualmente consumando energia.

    Esempi pratici per consumo in standby

    Apparecchio

    durata standby

    consumo standby

    costi standby

    televisore LCD

    4 – 7 anni di età

    20 ore al giorno

    0,3 fino 18 Watt

    0,4 fino 25 euro all’anno

    televisore al plasmaplasma
    Stato di aggregazione della materia (oltre a quello solido, liquido e aeriforme) costituito da un insieme di elettroni e nuclei atomici che, a differenza degli atomi neutri, reagiscono sia ai campi magnetici che a quelli elettrici. Di plasma sono costituiti tutti i corpi celesti tranne i pianeti.

    4 – 8 anni di età

    20 ore al giorno

    0,3 fino 41 Watt

    0,4 fino 57 euro all’anno

    televisore catodico

    5 – 8 anni di età

    20 ore al giorno

    0 fino 14 Watt

    0 fino 19 euro all’anno

    ricevitore satelittare

    3 – 9 anni di età

    20 ore al giorno

    2 fino 28 Watt

    3 fino 39 euro all’anno

    ricevitore TV digitale

    5 – 8 anni di età

    20 ore al giorno

    1,7 fino 17 Watt

    2 fino 24 euro all’anno

    lettore DVD

    10 anni di età

    23,5 ore al giorno

    7,5 Watt

    12 euro all’anno

    videorecorder

    20 anni di età

    23,5 ore al giorno

    11 Watt

    18 euro all’anno

    impianto stereo

    4 – 8 anni di età

    23 ore al giorno

    0,1 fino 11 Watt

    0,2 fino 18 euro all’anno

    notebook

    4 – 9 anni di età

    22 ore al giorno

    0 fino 11 Watt

    0 fino 17 euro all’anno

    PC

    4 fino 10 anni di età

    22 ore al giorno

    1 fino 8 Watt

    1,5 fino 12 euro all’anno

    stampante per foto

    4 – 7 anni di età

    23,5 ore al giorno

    3 fino 9 Watt

    5 fino 15 euro all’anno

    scanner

    5 – 9 anni di età

    23,5 ore al giorno

    1 fino 15 Watt

    2 fino 24 euro all’anno

    apparecchio multifunzione

    4 fino 10 anni di età

    23,5 ore al giorno

    4 fino 18 Watt

    7 fino 29 euro all’anno

    forno microonde

    4 anni di età

    23,5 ore al giorno

    0,5 Watt

    0,8 euro all’anno

    lavatrice

    fino a 10 anni di età

    23,5 ore al giorno

    0,5 fino 2 Watt

    0,8 fino 3 euro all’anno

    caricabatteria del cellulare

    23,5 ore al giorno

    1 Watt

    2 euro all’anno

    consolle da gioco (X-Box, Playstation, Wii)

    22 ore al giorno

    0,5 fino 3,5 Watt

    0,8 fino 6 euro all’anno

    Fonte: www.no-e.de e proprie ricerche

    Prezzo corrente: 0,19 euro/kWhkWh
    Unità di misura dell’energia elettrica equivalente a 1.000 Wh (wattora), ovvero 1.000 W forniti o richiesti in un’ora.

    La somma delle parti

    Non è il consumo in standby di un singolo apparecchio a generare i costi alti – è la somma dello standby di tanti apparecchi. Facendo i conti, in una famiglia media arriviamo a 90 euro o più all’anno, che possono essere eliminati in poche, semplici mosse.

    Come evitare i costi dello standby

    Staccate dalla rete gli apparecchi attualmente non in uso. Un’alternativa più confortevole sono i vari ausili in commercio, ad es. un “evita-standby” per la TV o per lo schermo, una prolunga “a ciabatta” con interruttore (eventualmente con elimina-standby integrato), un set di interruttori telecomandabili oppure dei timer. Questi apparecchi aiutano ad evitare lo standby e a ridurre i costi.

    Trovare gli energivori nascosti

    Con l’ausilio di un misuratore dei consumi di energia è possibile misurare il consumo in standby delgi elettrodomestici. È possibile noleggiarlo gratuitamente per una settimana, dietro pagamento di una cauzionie, presso il CTCU a Bolzano e Brunico. Per motivi organizzativi è necessaria una prenotazione telefonica.

    Bolzano: tel. 0471-941465 (lun e gio, ore 10-12 e 16-18)

    Brunico: tel. 0474-551022 (lun ore 9-12 e 14.30-18, mar e gio 9-12)

    Ulteriori informazioni sono reperibili pressa la consulenza tecnica edile del CTCU (telefonicamente ogni martedì 9-12 e 14-17, tel. 0471-301430). Dietro prenotazione si possono fissare anche consulenze personalizzate. Informazioni gratuite sono inoltre disponibili nei vari fogli informativi e nelle FAQ – domande frequenti sul sito del CTCU www.centroconsumatori.it . Le versioni cartacee dei fogli informativi sono disponibili presso la sede del CTCU e lo Sportello mobile del Centro.

    Fonte: Centro Tutela Consumatori Utenti, 31/07/2012

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button