NewsAmbienteCambiamenti ClimaticiStakeholder energiaAmici Della Terra

Da UE via libera a riforma del sistema ETS di scambio delle quote d’emissione

    Via libera alla riforma dell’Emission TradingTrading
    Attività di acquisto e/o di vendita di prodotti (materie prime o commodities) sui mercati internazionali.
    System

    Obiettivo, ridurre il surplus dei diritti di emissioneemissione
    Qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa introdotta nell’atmosfera a seguito di processi naturali o antropogenici, che produce direttamente o indirettamente un impatto sull’ambiente.
    per sostenerne il prezzo e ridurre le emissioni di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    .

    L’8 luglio, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione favorevole alla riforma del sistema europeo di scambioscambio
    Scambio tra energia elettrica immessa ed energia elettrica prelevata, nel caso in cui l’immissione e il prelievo avvengono in momenti differenti.
    delle quote d’emissione
    (ETS – Emission Trading System), che mira a ridurre il surplus dei diritti di emissione destinati al mercato, al fine di sostenerne il prezzo e facilitare cosi la riduzione delle emissioni di CO2.

    La riforma, già concordata informalmente con la presidenza del Consiglio, che dovrà approvarla formalmente in settembre, entrerà in vigore il 1° gennaio 2019.

    Il nuovo regolamento crea un sistema che preleva automaticamente una porzione di quote di permessi di emissione CO2 dal mercato, per porle in una riserva di “stabilità”, qualora l’eccedenza sia superiore a una certa soglia. Nello scenario contrario, le quote potrebbero essere restituite al mercato.

    Il surplus delle quote di emissione, introdotto nel sistema dal 2009, è stimato in oltre due miliardi.

    Secondo l’accordo, i 900 milioni di quote già congelate almeno fino al 2019 saranno collocati in riserva.

    Le eventuali quote rimanenti e non assegnate entro la fine dell’attuale fase di negoziazione (2020) dovrebbero essere messe in riserva, previa una revisione generale della direttiva ETS, che sarà presentata dalla Commissione quest’anno.

    Fonte: Amici della TerraAmici della Terra
    Associazione ambientalista presente in Italia dal 1978 che costituisce la rappresentanza italiana di Friends of the Earth International.Gli Amici della Terra promuovono azioni di educazione al rispetto verso l’ambiente, sostenendo iniziative sul territorio affinchè i governi e le istituzioni sovranazionali adottino politiche di sviluppo sostenibile.

     

    Potrebbe anche interessarti…

    Problematiche energetiche, fiscalità ambientale e costo della CO2
    Intervista a Tullio Fanelli, Vicedirettore generale ENEA

    Ing. Fanelli, come commenta l’avvio dal 2019 di un nuovo meccanismo del mercato europeo delle emissioni di CO2, la cosiddetta riserva di stabilità?

    Ritiene sia una misura sufficiente per dare il via all’effettiva riforma dell’oramai obsoleto sistema dell’Emission Trading (ETS)?

    A mio parere l’introduzione della “riserva di stabilità” rappresenta un tentativo inutile di correggere un sistema, l’Emission Trading Schemeche non è adeguato allo scopo.

    Cerco di spiegare brevemente il perché… PROSEGUI LA LETTURA

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button