NewsNucleareStakeholder energiaAssociazione Italiana Nucleare

DALLA RUSSIA LA PRIMA CENTRALE NUCLEARE GALLEGGIANTE AL MONDO

    Potrebbe prendere il largo nel 2016 la prima centrale nuclearecentrale nucleare
    Le centrali nucleari hanno uno schema di funzionamento del tutto simile a quelle di una classica centrale a vapore. La differenza sta nel modo in cui viene generato il calore. Infatti nelle centrali nucleari non ci sono i generatori di vapore classici, ma il vapore viene generato utilizzando il calore messo a disposizione dalla reazione nucleare di fissione. Questa consiste in una reazione a catena nella quale alcuni atomi colpiti da neutroni si dividono in atomi più leggeri dando origine ad altri neutroni che colpiscono altri atomi,ecc… liberando un enorme quantitativo di energia secondo il principio di Einstein. Le centrali nucleari che sfruttano la fusione sono ancora in fase di studio.
    galleggiante al mondo
    : di fabbricazione russa, si chiamerà Akademik Lomonosov, sarà dotata di due reattori KLT-40 modificati per una potenzapotenza
    Grandezza data dal rapporto tra il lavoro (sviluppato o assorbito) e il tempo impiegato a compierlo. Indica la rapidità con cui una forza compie lavoro. Nel Sistema Internazionale si misura in watt (W).
    elettrica totale di 70 MW e sarà in grado di fornire energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    ad almeno 200.000 utenti.

    La centrale nuclearenucleare
    Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
    marina
    si sottoporrà alle procedure di impatto ambientaleimpatto ambientale
    L’insieme degli effetti (diretti e indiretti, nel breve o nel lungo termine, positivi o negativi, ecc..) che l’avvio di una determinata attività ha sull’ambiente naturale circostante.
    e si conformerà ai requisiti stabiliti dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica.

    La società armatrice ha già fatto sapere che la piattaforma è stata progettata per resistere a eventi climatici estremi, a maremoti e a collisioni con altre navi, senza causare danni ai reattori. Ma potrà anche subire interventi di modifica e diventare un impianto di desalinizzazione mobile, con un potenziale di depurazione giornaliera di 240.000 metri cubi di acqua di mare.

    La Lomonosov promette di essere la prima di una serie di centrali nucleari galleggianti che la Russia prevede di commercializzare proponendola a paesi che hanno già dimostrato interesse, prime tra tutti Cina e Argentina.

    Fonte: Associazione Italiana Nucleare

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button