NewsAmbienteCambiamenti ClimaticiEfficienza & RisparmioMobilitàMobilità SostenibileStakeholder energiaForum Nucleare ItalianoEcobuildingEfficienza Energetica

Dieci tecnologie salva-clima

    Interessante esercizio teorico di contabilizzazione delle emissioni di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    risparmiate su scala planetaria ricorrendo a 10 tecnologie. Lo ha realizzato la testata online Next Big FutureFuture
    Contratto a termine standardizzato, stipulato all’interno di un mercato regolamentato, in cui chi lo sottoscrive si prende l’obbligo di acquistare o vendere un determinato bene ad una data e prezzo prefissati.
    che indentifica 10 applicazioni le quali, se venissero attuate, avrebbero (il condizionale è d’obbligo) un impatto significativo sul volume globale delle emissioni di gas serra.

    Per conseguire, senza influire sostanzialmente sugli stili di vita, un abbattimento incisivo dei gas climalteranti di natura antropica (anche se salvare il clima non è solo questione di una riduzione delle emissioni di anidride carbonica anidride carbonica
    (CO2)

    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosferaatmosfera
    Involucro di gas e vapori che circonda la Terra, costituito prevalentemente da ossigeno e da azoto, che svolge un ruolo fondamentale per la vita delle specie, perché fa da schermo alle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole. Essa si estende per oltre 1000 km al di sopra della superficie terrestre ed è suddivisa in diversi strati: troposfera (fino a 15-20 chilometri), stratosfera (fino a 50-60 chilometri), ionosfera (fino a 800 chilometri) ed esosfera.
    , fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).ma anche del mantenimento dei livelli di ossigeno) si spazia dall’edilizia sostenibile al cemento verde, al biochar, ai veicoli elettrici, ai cargo alimentati da mini reattori nucleari.

    In particolare, nella classificazione, ovviamente arbitraria e incompleta, troviamo:

    L’impresa edile cinese Broad Group. Famosa per riuscire in imprese che rasentano l’impossibile come la costruzione di un grattacielo in 90 ore, è soprattutto nota per edificare seguendo una scheda tecnica in grado di moltiplicare per 5 l’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    dello stabile e contenere i rifiuti da cantiere a 1% del volume costruito
    . Il gruppo edile che assieme ad altri partner è coinvolto in circa un terzo delle costruzioni in corso in Cina avrebbe il merito di eliminare ogni anno 400 milioni di tonnellate di emissioni CO2.

    Pur non avendo la portata globale dei gas serra, le particelle di black carbon (fuliggini) hanno, secondo recenti studi di alcuni climatologi, un ruolo nella dinamica del clima anche se rimane controversa l’esatta valutazione del loro contributo sull’effetto serraeffetto serra
    Fenomeno fisico per cui alcuni gas contenuti nell’atmosfera (anidride carbonica, vapore acqueo, metano, ecc..) intrappolano il calore proveniente dal sole facendo in modo che la temperatura media sulla Terra permetta la vita delle varie specie. Il meccanismo è simile a quello che avviene in una serra, da cui il nome. Tuttavia l’aumento e, dunque, la situazione di squilibrio della concentrazione di tali gas è causa di un eccessivo riscaldamento della superficie del pianeta con conseguenze anche pesanti sugli ecosistemi, su scala globale.
    . In particolare, si conta intervenire su quelle particelle emesse da stufe per la cottura diffuse nei paesi poveri e in particolare nel continente asiatico, con l’introduzione di stufe da cucina pulite in 700 milioni di abitazioni. Questo permetterebbe di tagliare 1’8% delle emissioni di black carbon corrispondente a circa il 10% delle emissioni totali di gas climalteranti.

    Va aggiunto che il danno sanitario derivante dal fumo prodotto dai fuochi indoor è, secondo OMS, il 4° fattore di rischio per la salute nei paesi poveri con 1,5 milioni di morti all’anno. L’obiettivo attuale, al quale concorrono varie ONG fra cui la Fondazione Gates, punta a sostituire i primitivi fornelli con delle stufe economiche in 100 famiglie entro il 2020. Questo porterebbe ogni anno alla riduzione di 400 milioni di tonnellate di emissioni di CO2.

    Sebbene il filtro attivo anti particolatoparticolato
    Insieme delle sostanze sospese in aria, composto da tutte quelle particelle solide e liquide che si disperdono in atmosfera a causa di fattori naturali (pollini, erosione di rocce, polvere cosmica, ecc..) e di fattori antropici (traffico urbano, emissioni da riscaldamento domestico, fumo di tabacco, centrali termoelettriche, ecc..).
    (ormai in dotazione su tutte le nuove autovetture) non c’entri con le emissioni di anidride carbonica ma interviene piuttosto su quelle ben più nocive di monossido di carboniocarbonio
    Elemento chimico costituente fondamentale degli organismi vegetali e animali. È alla base della chimica organica, detta anche chimica del carbonio: sono noti più di un milione di composti del carbonio. È molto diffuso in natura, ma non è abbondante: è presente nella crosta terrestre nella percentuale dello 0,08% circa, e nell’atmosfera prevalentemente come monossido (CO) e biossido (CO2) di carbonio (anidride carbonica). Allo stato di elemento si presenta in due differenti forme cristalline: grafite e diamante.
    , si calcola che la maggioranza dei veicoli oggi in circolazione ne siano sprovvisti. Secondo Next Big Future, questo intervento porterebbe a una diminuzione del 14% del black carbon da trasporto, particolato ultrafine presente nelle emissioni da gas di scaricoscarico
    Qualsiasi immissione di acque reflue in acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo e in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione. Sono esclusi i rilasci di acque previsti all’art. 114 (rilasci da diga).
    degli autoveicoli e principalmente nei motori diesel.

    L’elettrificazione spinta dei mezzi di trasporto: oggi sono in circolazione 150 milioni di bici e scooter elettrici (principalmente in Cina). Ponendo l’obiettivo a 500 milioni entro 2020, sarebbe possibile togliere dalla strada 2 miliardi di veicoli tradizionali a 2 e 4 ruote.

    La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio assicurerebbe un incremento del 20% dell’efficienza energetica con conseguente abbattimento di un miliardo di tonnellate di emissioni di CO2.

    Il 5% delle emissioni all’origine del surriscaldamentosurriscaldamento
    Raggiungimento di temperature critiche.
    globale
    sono originate dalla produzione di cemento che si piazza a quota superiore a quella imputabile al trasporto aereo. I dati tendenziali indicano una forte crescita (+50% nel prossimo decennio) della domanda con conseguente aggravio delle emissioni. Va quindi incoraggiato l’utilizzo di nuove tipologie di cemento ecofriendly, come ad esempio quel composto di silicato di magnesio brevettato dalla londinese Novacem, che assorbe CO2 durante la fase di solidificazione bilanciando di fatto le emissioni durante la fase produttiva. Tuttavia siamo ancora a uno stadio sperimentale.

    Rafforzare la capacità incrementale degli impianti idroelettrici e investire nelle tecnologie innovative della fissione nuclearefissione nucleare
    Processo fisico che avviene nelle centrali nucleari, consistente nel “colpire” un nucleo atomico con neutroni per formare atomi più leggeri, in una sorta di reazione a catena in grado di sprigionare un enorme quantitativo di energia secondo la formula di Einstein E = mc2 (dove m è la massa dell’atomo coinvolto e c è la velocità della luce).
    . Ad esempio, l’annular fuel, la pastiglia di combustibile di forma toroidale per avere barre di combustibile cave più efficienti del 25-50% di quelle riempite da “pellet” cilindrici. Sviluppato nei laboratori del Mit è commercializzato in Sud Corea. Promuovere la diffusione dei reattori nucleari modulari peeble bed, modello che risulta energeticamente più efficiente e più economico rispetto a un reattore refrigerato ad acqua leggera o pesante (in Cina entrerà in funzione nel 2013-14 un esemplare da 210MW).

    La produzione su larga scala di reattori autofertilizzanti settore in cui la Russia fa da apripista.

    Utilizzare i mini-reattori come Hyperion, in fase di realizzazione in Gran Bretagna sotto licenza dei laboratori di Los Alamos, per alimentare i cargo. Una conversione di 5000 mercantili sarebbe equivalente a livello di emissioni di CO2 a elettrificare 100 milioni di automobili.

    Nell’agricoltura, si preconizza il passaggio dalla corrente pratica “taglia e brucia” in voga in numerose comunità dell’America Meridionale, Asia e Africa all’antica pratica “taglia e carbonifica”. Secondo le stime di Johannes Lehemann, studioso del suolo presso la Cornell University, la combustionecombustione
    Processo chimico esotermico (ovvero che comporta sviluppo di calore) in cui il combustibile si combina con l’ossigeno presente nell’aria oppure appositamente separato (comburente). La reazione di combustione avviene previo innesco localizzato (accensione).
    incompleta delle biomasse
    (scarti vegetali ma anche stocchi di mais, paglia, pula di riso) e il conseguente interramento del biochar, il carbonecarbone
    Il carbone è una roccia sedimentaria composta prevalentemente da carbonio, idrogeno e ossigeno. La sua origine, risalente a circa 300 milioni di anni fa, deriva dal deposito e dalla stratificazione di vegetali preistorici originariamente accumulatisi nelle paludi. Questo materiale organico nel corso delle ere geologiche ha subito delle trasformazioni chimico-fisiche sotto alte temperature e pressioni. Attraverso il lungo processo di carbonizzazione questo fossile può evolvere dallo stato di torba a quello di antracite, assumendo differenti caratteristiche che ne determinano il campo d’impiego.
    I carboni di formazione relativamente più recente (ovvero di basso rango) sono caratterizzati da un’elevata umidità e da un minore contenuto di carbonio, quindi sono ‘energeticamente’ più poveri, mentre quelli di rango più elevato hanno al contrario umidità minore e maggiore contenuto di carbonio.
    vegetale così ottenuto, permetterebbe di trattenere nel suolo una parte consistente dei 660 milioni di tonnellate di CO2 originate dallo sfruttamento del suolo
    (2% delle emissioni globali antropiche) senza tuttavia pregiudicare il soddisfacimento dei bisogni primari di cibo ed energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    delle popolazioni locali.

    Sempre nell’ottica di combattere il riscaldamento globale e la fame nel mondo, molte speranze si concentrano sulle Terra Preta, speciale fertilizzante “fabbricato” per secoli dagli autoctoni mescolando carbonella (biochar) con terra e utilizzato per ripristinare aree agricole sul Rio delle Amazzoni. Diversi studi sono in corso per replicare industrialmente e globalmente questa sostanza sostenibile per aumentare la resa agricola di altre regioni del pianeta e al tempo stesso contribuire a sequestrare sottoterra CO2 atmosferica.

     

    Fonte: Forum NucleareNucleare
    Forma di energia derivante dai processi che coinvolgono i nuclei atomici (fissione e fusione).
    Italiano, 25/07/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *