NewsEfficienza & RisparmioIncentivi E Detrazioni FiscaliRisparmio EnergeticoStakeholder energiaOrizzontenergia.itEcobuildingEfficienza Energetica

Ecobonus 65% efficienza energetica: possibile proroga al 2016

    Ecobonus 65% efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    : possibile proroga al 2016

    Stando alle recenti dichiarazioni del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti Il Governo riproporrà nella Legge di Stabilità l’ecobonus per l’efficientamento energetico.

    Ecobonus efficienza energetica

    Ad aprire uno spiraglio verso la riconferma nel 2016 del suddetto ecobonus (attualmente in scadenza al 31 dicembre 2015, come stabilito dalla Legge di Stabilità 2015) anche il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Beretta, intervenuto in merito alla Legge di Stabilità a margine della Summer School di Confartigianato:

    Penso che verrà confermato. Si tratta di una misura molto concreta che le famiglie hanno sentito e che ha generato 27 miliardi di volume d’affari negli ultimi anni.

     

    Come ha però tenuto a precisare lo stesso Beretta, l’ipotesi di nuova proroga richiederà la messa a punto di adeguate coperture economiche, senza tra l’altro escludere la possibilità che vengano apportate modifiche in seno ai criteri di ammissione alle detrazioni fiscali del 65% affinché si ottimizzi il rapporto costi/benefici.

    In attesa dell’approvazione della nuova Legge di Stabilità e dell’ufficializzazione da parte del Governo della proroga dell’ecobonus al 2016 vi proponiamo un sunto delle agevolazioni fiscali attualmente vigenti e delle tipologie di interventi coperti da detrazione.

     

    Ecobonus 65%

    Ecobonus 65%: riqualificazione energetica edifici

    Per tutte quelle modifiche volte al risparmio energeticorisparmio energetico
    Con questo termine si intendono tutte le iniziative intraprese per ridurre i consumi di energia, sia in termini di energia primaria sia in termini di energia elettrica, adottando stili di vita e modelli di consumo improntati ad un utilizzo più responsabile delle risorse.
     
    è prevista una detrazione fiscale pari al 65% (valida per immobili residenziali, edifici pubblici o anche capannoni) che potrà esser richiesta fino al 31 dicembre 2015.

    Sono detraibili al 65% le spese sostenute per interventi sull’involucro dell’edificio che consentano di ottenere una riduzione della trasmittanza termicatrasmittanza termica
    Coefficiente che indica la potenza termica che passa attraverso una struttura, considerando 1 mq di superficie e una differenza di temperatura di un grado tra le due facce della superficie. Più basso è il valore di trasmittanza, migliori sono le prestazioni energetiche di una superficie (per esempio una parete).
    , ovvero della dispersione del calore:

    – sostituzione d’infissi e finestre

    – sostituzione di porte d’ingresso

    – coibentazione e miglioramento termico

    Detraibili al 65% anche le spese sostenute per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchiature più efficienti:

    – caldaie a condensazione

    – pompe di calore

    – impianti geotermici a bassa entalpia

    – installazione dipannelli solaripannelli solari
    Pannelli in grado di assorbire calore dal sole per riscaldare un fluido. Essi sono costituiti da un insieme di tubi affiancati (fasci tubieri) all’interno dei quali altri tubi (assorbitori) trasferiscono il calore assorbito ad un fluido termovettore (per esempio acqua nel caso di riscaldamento di acqua sanitaria). Esternamente il pannello è costituito da un telaio che sorregge dei vetri che hanno sia il compito di proteggere il fascio tubiero da sporcamento e da eventi meteorologici, sia il compito di far passare le radiazioni del sole facendo però in modo che esse, una volta assorbite e rimesse dai tubi, restino comunque all’interno del pannello (è come se il calore venisse intrappolato all’interno del pannello).
    per la produzione di acqua calda

    La detrazione del 65%, dopo gli ultimi ampliamenti contenuti nella Legge di Stabilità 2015, comprende anche:

    • l’acquisto e l’installazione di schermature solari che rispettino i requisiti dell’Allegato M al Dlgs 311/2006 (fino a una detrazione massima di 60.000 euro)
    • l’acquisto e l’installazione di impianti di climatizzazione invernale alimentati da biomasse combustibili (fino a una detrazione massima di 30.000 euro)

     

    Detrazioni fiscali 50%: ristrutturazione edilizia casa ed edifici condominiali

    Detrazioni 50% ristrutturazioni edilizieIl bonus previsto per interventi di ristrutturazione edilizia è del 50% ed è richiedibile fino al 31 dicembre 2015. Il tetto massimo per le spese di ristrutturazione è fissato a 96.000 euro.

    I tipi di interventi che rientrano tra quelli ammissibili sono i lavori di:

    • manutenzione ordinaria su parti comuni condominiali (come ad esempio la sostituzione di pavimenti anche esterni o del rivestimento o tinteggiatura delle pareti esterne o interne)
    • manutenzione straordinaria degli appartamenti (tra cui ad esempio la sostituzione degli infissi o degli impianti idrici ed elettrici, l’isolamento acustico o la coibentazione, la sostituzione di radiatori o l’ammodernamento degli impianti di riscaldamento)
    • le opere di ristrutturazione e restauro (o risanamento)

    Sono inoltre sottoposti ad agevolazione anche gli impianti di sicurezza domestica o antieffrazione.

     

    Bonus mobili 50%

    Bonus mobili 50%

    Il cosiddetto bonus mobili e grandi elettrodomestici è una detrazione del 50% spettante sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili, termo arredi, caminetti, stufe, e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

    La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

     

    Bonus adeguamento antisismicoBonus 65% per adeguamento antisismico in zone ad elevata pericolosità

    La detrazione del 65% sia applica anche ai lavori preventivi di adeguamento antisismico degli edifici adibiti a prima casa e ad attività produttive ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2 ex Opcm 3274/2003).

     


    Documentazione ecobonus efficienza energetica

    Fate attenzione perché in tutte le casistiche di cui sopra i lavori dovranno essere pagati con bonifico bancario, ed i documenti presentati entro e non oltre 90 giorni dal termine dei lavori all’Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    e lo sviluppo economico sostenibile.

    Per saperne di più consulta la Guida dell’Agenzia delle Entrate cliccando qui.

     

    Orizzontenergia.it

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button