NewsEfficienza & RisparmioRisparmio EnergeticoStakeholder energiaAeegsiEfficienza Energetica

ELETTRICITA’ – GAS: COME TAGLIARE I CONSUMI DOMESTICI IN ESTATE?

    Per imparare come farlo, MCE, la Mostra Convegno Expocomfort dedicata ai settori dell’impiantistica civile e industriale, presenta una serie di consigli su come tagliare i consumi domestici nel periodo estivo e aggiungere più risparmio ancora al cambio dell’ora legale. Scopri come tagliare i Consumi Energetici in estate.

    Con il cambio dell’ora legale, nel 2012, l’Italia ha potuto risparmiare 613 kWhkWh
    Unità di misura dell’energia elettrica equivalente a 1.000 Wh (wattora), ovvero 1.000 W forniti o richiesti in un’ora.
    , che significano 102 milioni di euro in meno in bolletta.

    Per Risparmiare EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    e Ridurre i Consumi Domestici in estate, si può fare ancora di più seguendo questi semplici consigli:

    1. Condizionatore d’Aria a basso consumo

    Sul mercato attualmente esistono modelli innovativi che si servono della tecnologia inverterinverter
    Dispositivi atti a modificare la velocità  di un motore elettrico modulandone la frequenza di alimentazione in base al carico richiesto, ovvero adattando il funzionamento del motore alle necessità  del momento evitando, quindi, sovradimensionamenti e sprechi.
    , e sono così in grado di adattare la velocità del motore al reale fabbisogno di caldo o di freddo nell’ambiente.

    Con questi condizionatori è possibile risparmiare il 30% di Energia ElettricaEnergia Elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    , diminuendo inoltre le Emissioni di CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    .

    In più, è importante impostare la temperatura del condizionatore in modo da creare una differenza di massimo 8°C rispetto all’ambiente esterna; infine, è di norma controllare periodicamente i filtri per mantenere al massimo la qualità dell’aria.

    2. Termostatica per il Riscaldamento dell’Acqua

    Rimpiazzando la valvola manuale del riscaldamento per una termostatica, è possibile regolare la produzione di acqua calda in base alla temperatura ideale.

    Questo dispositivo permette inoltre di scegliere la temperatura ideale per ogni stanza in inverno, il cui consente un risparmio di circa il 15% sulle spese di riscaldamento.

    3. Caldaia a CondensazioneCaldaia a Condensazione
    Nelle caldaie a condensazione i gas di scarico prodotti dalla combustione vengono raffreddati fino al punto di condensazione, recuperando così parte del calore dei gas che può essere riutilizzato nell’impianto come ulteriore contributo termico. Le caldaie a condensazione permettono di ridurre i consumi grazie ad un migliore rendimento e di migliorare la combustione con conseguente riduzione delle emissioni di CO e NOx (70 % in meno rispetto alle caldaie tradizionali).

    L’utilizzo di una caldaiacaldaia
    Dispositivo in cui l’energia chimica posseduta da un combustibile viene trasformata in calore attraverso un processo di combustione. Il calore ottenuto generalmente assolve compiti di riscaldamento oppure viene impiegato per produrre vapore (in questo caso si parla di generatore di vapore).
    a condensazione consente di risparmiare fino al 35% sulla spesa di riscaldamento rispetto ad una caldaia tradizionale.

    Se si desidera sostituire invece lo scaldabagno elettrico, installando uno scaldacqua a Pompa di CalorePompa di Calore
    Macchina in grado di trasferire calore da un corpo a temperatura più bassa ad un corpo a temperatura più alta, utilizzando energia elettrica. Le pompe di calore funzionano grazie a diversi principi fisici, ma sono classificate in base alla loro applicazione (trasmissione di calore, fonte di calore, dispersore di calore o macchina refrigeratrice).
    , è possibile risparmiare addirittura il 75% dei consumi.

    Conservando lo scaldabagno elettrico, si può ancora ottimizzare il suo funzionamento regolandone il termostatotermostato
    Apparecchiatura, di tipo meccanico o elettronico, che permette di regolare e mantenere la temperatura in base alle impostazioni date. È uno strumento impiegato in diversi ambienti, sia industriali che domestici, che consente di evitare inutili sprechi energetici.
    a 40°C d’estate (massimo) e a 60°C d’inverno, collocando inoltre un timer che sia in grado di fissare l’orario di accensione.

    4. Risparmiare fino al 50% sull’Acqua

    Per ridurre i consumi di acqua, sono interessanti i riduttori di flusso installati nella doccia e sui rubinetti, che consentono di diminuire fino al 50% dell’acqua erogata. Allo stesso modo, un regolatore di scaricoscarico
    Qualsiasi immissione di acque reflue in acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo e in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione. Sono esclusi i rilasci di acque previsti all’art. 114 (rilasci da diga).
    nel WC, consente di regolare l’uscita d’acqua a seconda delle necessità.

    5. Attiva una Tariffa Luce o Gas del Mercato Llibero

    Con le tariffe energia elettrica e/o Gas NaturaleGas Naturale
    Idrocarburo che ha un’origine simile al petrolio, che si forma a partire dalla decomposizione anaerobica (cioè in assenza di ossigeno (O2) di microorganismi, attraverso processi biologici avvenuti nel corso delle ere geologiche. La composizione del gas naturale varia notevolmente a seconda del sito di formazione, ma in genere presenta un’alta percentuale di metano (dal 70 al 95 %), anidride carbonica (CO2), azoto (N2) e idrogeno solforato (H2S).
    del mercato liberomercato libero
    Mercato in cui sia le imprese che producono sia le imprese che vendono energia elettrica operano in regime di concorrenza, stimolando una competizione che può portare benefici ai consumatori in termini di prezzi e qualità del servizio.
    è possibile risparmiare fino al 10% sulla Bolletta.

    In più, l’attivazione è gratuita, non ci sono spese per cambio di fornitore e la continuità del servizio è garantita sempre dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AAEG).

    Utilizzano il nostro comparatore gratuito ed indipendente è possibile identificare la tariffa luce o gas che meglio si adatta alle proprie esigenze.

    Fonte: SOStariffe

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button