NewsAmbienteEnergia & MercatoMercato & BolletteFossiliGasStakeholder energiaEnel

ENEL: DAL MINISTERO DELL’AMBIENTE ‘VIA’ LIBERA AL SITO DI STOCCAGGIO GAS DI ROMANENGO (CR)

    La Valutazione di Impatto AmbientaleImpatto Ambientale
    L’insieme degli effetti (diretti e indiretti, nel breve o nel lungo termine, positivi o negativi, ecc..) che l’avvio di una determinata attività ha sull’ambiente naturale circostante.
    (VIA) positiva segue il Nulla osta di Fattibilità (NOF) già ottenuto dalla joint venture Enel-F2i. La realizzazione dell’opera, che contribuisce alla sicurezza energetica del Paese, avverrà nel massimo rispetto del territorio e delle normative ambientali e di sicurezza Nella fase di cantiere saranno impegnate fino a 200 persone per circa 2 anni

     

    Roma, 26 maggio 2011 – Enel Stoccaggi Srl, società partecipata da Enel (51%) e F2i (49%), ha ottenuto la Valutazione di Impatto Ambientale positiva con prescrizioni, per il progetto di “Conversione a stoccaggiostoccaggio
    Attività di raccolta e deposito di una determinata risorsa. 
    di gas naturalegas naturale
    Idrocarburo che ha un’origine simile al petrolio, che si forma a partire dalla decomposizione anaerobica (cioè in assenza di ossigeno (O2) di microorganismi, attraverso processi biologici avvenuti nel corso delle ere geologiche. La composizione del gas naturale varia notevolmente a seconda del sito di formazione, ma in genere presenta un’alta percentuale di metano (dal 70 al 95 %), anidride carbonica (CO2CO2
    Gas inodore, incolore e non infiammabile, la cui molecola è formato da un atomo di carbonio legato a due atomi di ossigeno. È uno dei gas più abbondanti nell’atmosfera, fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali (fotosintesi e respirazione).

    ), azoto (N2) e idrogeno solforato (H2S). del giacimento di Romanengo, (Cr)”.

    Il parere favorevole, rilasciato dal Ministero dell’Ambiente, di concerto con il Ministero dei Beni Culturali, con l’approvazione delle istituzioni locali e degli altri enti interessati, si aggiunge al Nulla Osta di Fattibilità (NOF), già in possesso della joint venture italiana.

    Il progetto prevede:
    la costruzione di una nuova centrale di compressione e trattamento del gas, comprensiva della stazione di misura collegata alla rete Snam Rete Gas;
    la perforazione di 5 nuovi pozzi distribuiti su 2 aree cluster;
    la posa delle condotte di collegamento tra centrale e aree clusters

    E’ un provvedimento importante – spiega Francesco Giorgianni, Amministratore Delegato di Enel Stoccaggi Srl, – perché pone le basi per la realizzazione di un’opera che contribuirà alla sicurezza degli approvvigionamenti di gas del Paese, assicurando il massimo rispetto delle normative ambientali e di sicurezza e la tutela del territorio“.

    In attesa del decreto concessorio, rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico, Enel Stoccaggi Srl, ricorda che nella fase di cantiere dedicata alla realizzazione delle opere, saranno impegnate fino a 200 persone per un periodo stimato di 24 mesi.

    Comunicato stampa ENEL, 26/05/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button