NewsMobilitàMobilità SostenibileStakeholder energiaEnel

ENEL PER LA MOBILITA’ ELETTRICA IN VATICANO

    Le infrastrutture Enel saranno utilizzate per la ricarica dei veicoli elettrici a disposizione per gli spostamenti di Sua Santità Papa Benedetto XVI in Vaticano e nella residenza estiva di Castel Gandolfo.

    Roma, 6 settembre 2012 – Enel mette al servizio del Santo Padre tutto il know how acquisito nell’ambito dello sviluppo della mobilità elettrica, fornendo innovative stazioni di ricarica in grado di supportare lo sviluppo della mobilità “a zero emissionizero emissioni
    Obiettivo che si sono posti numerosi governi per la riduzione delle emissioni derivanti dai processi produttivi. Questo è possibile attraverso azioni di risparmio energetico e di miglioramento delle efficienza dei processi. Un esempio potrebbe essere l’instaurazione di un ciclo virtuoso per cui i rifiuti e le scorie di un’industria divengono materia prima per un’altra, valorizzando così tutte le risorse coinvolte. 
    ” nelle Residenze Papali.

    Nella Città del Vaticano e a Castel Gandolfo sono state infatti installate otto stazioni di ricarica Enel per veicoli elettrici, in grado di ricaricare sia le vetture dedicate al trasporto del Santo Padre, sia i veicoli in dotazione al Corpo della Gendarmeria Vaticana, realizzati dalla casa automobilistica Renault. Una stazione di ricarica davanti all’Aula Paolo VI sarà messa a disposizione anche di dipendenti e visitatori.

    Il Gruppo Enel, in prima linea nel campo della ricerca e dell’innovazione per la lotta contro le emissioni climalteranti, con Enel DistribuzioneDistribuzione
    Attività di trasporto (di elettricità o di gas) agli utilizzatori finali attraverso le reti di distribuzione.
    è leader nel settore dei sistemi intelligenti di gestione delle reti di distribuzione elettrica e ha da tempo avviato con il programma Enel drive una serie di progetti pilota volti a sviluppare infrastrutture di ricarica “intelligenti” per garantire un servizio diffuso, efficiente e di semplice utilizzo dei veicoli elettrici.
    Per la progettazione e la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica, Enel si è basata sulla tecnologia della sua rete: oltre 32 milioni di contatori elettronici installati nelle case degli italiani. I contatori teleletti e telegestiti da Enel, costituiscono un sistema attualmente unico al mondo che consente di effettuare, da remoto, una serie di operazioni prima gestite solamente in presenza di un operatore.

    Le infrastrutture di ricarica Enel per i veicoli elettrici – disponibili in due tipologie, Pole Station, colonnine in aree aperte (ricarica a 3 o 22kW) e Box Station, infrastrutture a muro per ricaricare l’auto nelle autorimesse (ricarica a 3kW) – coniugano tecnologia e design e consentono agli eco-automobilisti servizi evoluti e interattivi, in particolare per quanto riguarda il riconoscimento dell’utenteutente
    Soggetto che consuma elettricità o gas.
    (che avviene tramite card dedicata) e l’attivazione/interruzione del processo di ricarica (che si svolge nella massima sicurezza degli utilizzatori).

    Fonte: ENEL, 06/09/2012

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button