NewsEnergia & Mercato

Energia: Africa, continente chiave per il futuro energetico globale

Un nuovo abitante su due, tra oggi ed il 2040, sarà un cittadino africano. Il continente africano sarà la regione più popolosa del mondo già nel 2023, superando così la Cina e l’India

    L’Agenzia Internazionale dell’Energia ha pubblicato uno special report, Africa Energy Outlook 2019, mettendo in evidenza le previsioni di una forte crescita nei processi di urbanizzazione in Africa, che porterà questo continente a rivestire un ruolo chiave nel mercato mondiale dell’energia e delle emissioni.

    La popolazione africana, già numerosa, specialmente nel sud del continente, è in continua crescita e sta man mano adottando modelli di vita sempre più orientati al consumo. L’Africa è quindi l’elemento chiave della transizione energetica mondiale e l’AIE assegna al continente africano un ruolo significativo nel futuro globale dell’energia mondiale.

    Il report stima che la popolazione africana nel 2040 sarà di circa 2.100 milioni di persone. Ciò rappresenta un aumento di 810 milioni, di cui 70% nei centri urbani: una percentuale di crescita della popolazione ben superiore a quella della Cina e dell’India, che impatterà sulle risorse energetiche.

    Secondo i dati del rapporto, per il 2040 la domanda di petrolio in Africa crescerà di più rispetto alla Cina e la domanda di gas naturale sarà superiore a quella dell’India.

    Fonte: Agenzia Internazionale dell’Energia

     

    Globalmente la domanda energetica africana salirà del 60% ad un livello di 1,32 miliardi di barili equivalenti entro il 2040, sulla base delle politiche attuali.

    Inoltre il sistema di generazione elettrica richiederà di quadruplicare gli investimenti annuali portandoli a 120 miliardi dollari/anno.

    Il rapporto mette anche in evidenza alcuni aspetti potenzialmente negativi di questa crescita, che potrebbe innescare un incremento incontrollato delle emissioni in atmosfera a causa, anzitutto, di un sistema di distribuzione e generazione elettrica inefficiente, non essendovi una legislazione ambientale rigida e ben regolamentata.

    La sfida per il futuro è notevole, considerando che ad oggi circa 600 milioni di abitanti non hanno accesso all’energia elettrica e che le misure attualmente previste li ridurrebbero solamente a 530 milioni nel 2040.

    In realtà una programmazione più evoluta potrebbe permettere al continente africano una crescita più sostenibile del resto del mondo, grazie alle recenti scoperte di nuovi giacimenti di gas naturale, specialmente nell’area sub-sahariana, e soprattutto alla disponibilità delle nuove tecnologie rinnovabili, alle favorevoli condizioni del territorio (irraggiamento solare) e alle abbondanti risorse come cobalto e platino, elementi vitali per batterie e celle ad idrogeno.

     

    Fonte: Agenzia Internazionale dell’Energia

     

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button