NewsNucleareStakeholder energiaEnea

ENERGIA DA FUSIONE TERMONUCLEARE CONTROLLATA – INAUGURATA PRIMA LINEA EUROPEA PER LA PRODUZIONE DI CAVI SUPERCONDUTTORI PER ITER

    Lo scorso 30 Settembre, il consorzio ICAS, guidato dall’ENEA, ha inaugurato a Chivasso (TO), presso la CRIOTEC impianti Srl, la prima e unica linea europea per la produzione dei cavi superconduttori che verranno installati nel reattore sperimentale ITER.

    La costruzione di ITER nel sito di Cadarache costituisce il passo decisivo per dimostrare la fattibilità scientifica e tecnologica della produzione di energiaenergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    da fusione termonucleare controllata.

    L’ENEA, oltre a svolgere il ruolo di coordinamento delle attività sulla fusione a livello nazionale, vi partecipa attivamente e in stretta collaborazione con l’industria, grazie alle eccellenti professionalità ed alle infrastrutture di ricerca del Centro di Frascati, sede dell’Unità Tecnica per la Fusione NucleareFusione Nucleare
    È una reazione nella quale due atomi leggeri si fondono per dare origine ad un atomo più grande che possiede una massa inferiore alla somma delle masse dei singoli atomi che hanno preso parte alla reazione. Questo accade perché la massa si trasforma in energia secondo la famosa relazione di Einstein:

    E = mc2

    La fusione è un processo difficile da realizzare perché temperature molto elevate (dell’ordine dei 100 milioni di °C) per vincere la repulsione elettrica. A fronte di tale complessità realizzativa ad oggi non esistono reazioni a fusione controllate, ma solo non controllate (ad esempio la bomba atomica ad idrogeno, detta bomba H). Per tali ragioni non esistono al mondo reattori nucleari a fusione per la generazione elettrica, anche se questo rappresenta un’importante filone di ricerca e studio.. Ed è proprio tale sinergia che ha permesso all’industria italiana di aggiudicarsi ad oggi le maggiori commesse per la costruzione dei componenti di ITER.

    In questo ambito, lo scorso dicembre, l’ENEA con la CRIOTEC Impianti Srl, esperta nella realizzazione di componenti operanti alle bassissime temperature, e la TRATOS Cavi S.p.A, leader internazionale nella produzione di cavi elettrici, elettronici e a fibre ottiche, si è aggiudicata la gara per la fornitura dei cavi superconduttori per i magneti necessari al confinamento del plasmaplasma
    Stato di aggregazione della materia (oltre a quello solido, liquido e aeriforme) costituito da un insieme di elettroni e nuclei atomici che, a differenza degli atomi neutri, reagiscono sia ai campi magnetici che a quelli elettrici. Di plasma sono costituiti tutti i corpi celesti tranne i pianeti.
    in ITER. Per gestire la commessa è stato costituito un consorzio denominato ICAS (Italian Consortium for Applied Superconductivity), coordinato dall’ENEA in virtù della profonda conoscenza scientifica, maturata in più di venti anni di ricerca e sviluppo nel settore.

     

    Fonte: Enea, 04/10/2011

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Back to top button