NewsAmbienteCambiamenti ClimaticiEfficienza & RisparmioRisparmio EnergeticoEnergia & MercatoStakeholder energiaOrizzontenergia.itUnione EuropeaEfficienza Energetica

Energia e competitività: le discussioni dei Ministri a Bruxelles

    Si è svolto presso il Consiglio Europeo a Bruxelles lo scorso 4 marzo un incontro tra i Ministri dell’EnergiaEnergia
    Fisicamente parlando, l’energia è definita come la capacità di un corpo di compiere lavoro e le forme in cui essa può presentarsi sono molteplici a livello macroscopico o a livello atomico. L’unità di misura derivata del Sistema Internazionale è il joule (simbolo J)
    , per tentare di definire un quadro politico per il clima e l’energia per il periodo 2020-2030. Tale quadro dovrebbe consentire alla UE di mantenere il ruolo guida nei negoziati internazionali, soprattutto in vista della Conferenza sul clima nel 2015.

    Tra gli argomenti caldi, il grande divario del prezzo dell’energia elettricaenergia elettrica
    Forma di energia ottenibile dalla trasformazione di altre forme di energia primaria (combustibili fossili o rinnovabili) attraverso tecnologie e processi di carattere termodinamico (ovvero che coinvolgono scambi di calore) che avvengono nelle centrali elettriche. La sua qualità principale sta nel fatto che è facilmente trasportabile e direttamente utilizzabile dai consumatori finali. Si misura in Wh (wattora), e corrisponde all’energia prodotta in 1 ora da una macchina che ha una potenza di 1 W.
    nei diversi stati membri e le azioni concrete che la Commissione può mettere in atto per arginare il fenomeno. 

    I ministri hanno accolto con favore i precedenti comunicati della Commissione su questo tema e hanno evidenziato la necessità di completare e definire il mercato interno dell’energia entro il 2014, sviluppando nuove infrastrutture energetiche adeguate alla crescita degli impianti.

    Sulla questione degli effetti degli elevati prezzi dell’energia sulla competitività dell’industria europea, è emersa l’urgenza di creare una parità di condizioni sul mercato mondiale dell’energia per ridurre il divario dei prezzi con i concorrenti al di fuori della UE.

    Inoltre, è stata sottolineata l’importanza del ruolo dei privati, oltre che delle industrie: entrambi devono collaborare e intervenire per ridurre il loro consumo di energia migliorando l’efficienza energeticaefficienza energetica
    Con questi termini si intendono i miglioramenti che si possono apportare alla tecnologia per produrre gli stessi beni e servizi utilizzando meno energia, con conseguente riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi associati.
    . Infatti, sostenendo la competitività dell’industria europea, riducendo i costi dell’energia e migliorando l’efficienza energetica si potrebbe contribuire sensibilmente all’incremento della coesione sociale, alla riduzione della disoccupazione e al raggiungimento degli obiettivi climatici europei.

    Redazione
    Orizzontenergia.it


    Potrebbe anche interessarti…

    News

    News

    News

    Tags
    Show More

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *